Salsa (un po’ fusion) che si sposa a carpacci e insalate

Il test
Prodotto pronto all’uso che si può impiegare su varie ricette e non solo, ovviamente, su piatti di origine orientale. Abbiamo proceduto a una comparazione con altre salse della stessa azienda (Salsa Barbecue, sapore netto e molto deciso, e Salsa Wings, pensata per l’abbinamento con alette di pollo fritte) decidendo alla fine di raccontare la Salsa Teriyaki per le sue maggiori caratteristiche di versatilità rispetto alle altre due.

Le Caratteristiche
La Teriyaki si presenta di un colore bruno scuro brillante. Ha consistenza molto compatta tanto da risultare miscelabile con altri ingredienti per dar vita a interessanti dressing. Al naso ha una nota piuttosto pungente con ricordi agrumati e floreali che gli donano freschezza. Ha sapore sapido, ma non salato, con piacevole gusto agrodolce (nel quale prevale la nota zuccherina). Il gusto della soia, ingrediente principale della salsa, è presente, ma non preponderante, pur se tende a essere molto persistente al palato. Equilibrata, al gusto, la presenza di caramello. Interessante, come dicevamo, il suo utilizzo quale ingrediente per un semplice dressing. Miscelata a olio extravergine diventa più morbida e il sapore più delicato che si ottiene la rende adatta a vari abbinamenti.

1Salsa_Teriyaki
Scheda prodotto
Attack

Tipologia: Salsa Teriyaki
Peso unitario: 400 g
Ingredienti: Salsa di soia (acqua, semi di soia, sale, grano, alcol), acqua, sciroppo di glucosio-fruttosio, succo di limone, mela, aceto di mele, zucchero, aglio, amido modificato di mais, zenzero, brandy (2,3%), zucchero caramellato, antiossidante (anidride solforosa).
www.agricorconserve.it

Valutazione
Versatilità: 4/5
Facilità di utilizzo: 4/5
Gusto: 3,5/5

I consigli dello chef
Si presta bene per i classici abbinamenti orientali (ovvero con carni e pesci alla griglia) ma è adatta anche ad arricchire uova sode, insalate di mare, carpacci, pesci affumicati (da dosare con attenzione in questo caso onde evitare un eccesso di sapore). Se “trasformata” in dressing può essere usata per insaporire insalate di verdure crude, salumi cotti e crudità varie

Arrigoni_prova_1 L’esperto
Tommaso Arrigoni

È chef di Innocenti Evasioni, ristorante milanese che vanta una stella Michelin. Fa parte dei Jeunes Restaurateurs d’Europe

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome