Il 2009 non spaventa le imprese del vino

Ricerche –

Secondo un sondaggio Winenews.it, il 65% degli imprenditori del settore si attende un anno positivo

L'Italia del vino non perde le speranze per il 2009: la crisi c'è ma, secondo un sondaggio condotto dal portale winenews.it su 50 importanti aziende vitivinicole nazionali, le sensazioni degli imprenditori del settore sono tutto sommato positive. Il 60% del campione, infatti, reputa in prospettiva il 2009 come un anno abbastanza positivo, il 5% lo vede positivo e il 35% negativo. Guardando “in casa” propria, le aziende non cambiano sostanzialmente le loro previsioni: il 60% si aspetta un 2009 abbastanza positivo, il 15% positivo, ma c'è anche un 25% che teme un peggioramento dei propri bilanci. A sostenere questo dato le previsioni sul volume d'affari 2009, che indicano, nel 65% delle risposte, almeno una confortante stabilità e nel 15% addirittura un fatturato in crescita, contro un 20% che lo prevede, invece, in calo. L'export continuerà a rappresentare un punto di riferimento: il 75% delle cantine si aspetta almeno di ripetere i risultati 2008. Quello che preoccupa di più gli imprenditori del vino italiano è piuttosto la debolezza dei consumi, soprattutto interni (46%); al secondo posto, con la stessa percentuale (22%), i problemi valutari e la possibile perdita di competitività internazionale, e, al terzo posto, (5%), la concorrenza degli altri paesi produttori e le incognite politico-economiche.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here