I servizi igienici nei locali: i requisiti necessari

Le prescrizioni della legge 327/1980

Per i "servizi per i clienti" i punti chiave ricorrenti nelle normative locali e nazionali, prima fra tutte la legge 327 del 1980, sono i seguenti:

1) tutti gli esercizi devono possedere, preferibilmente al loro interno e al piano terreno (sono ancora molti i bar che hanno servizi igienici esterni al locale), uno o più servizi igienici, separati per gli addetti e per il pubblico e non direttamente comunicanti con i locali di lavoro. I lavabi devono disporre di acqua corrente fredda e calda. Eventuale è invece la predisposizione di un servizio igienico opportunamente dimensionato ed accessoriato (è consigliabile contattare preventivamente l'ufficio Tecnico del Comune) per soggetti portatori di handicap;

2) non è obbligatoria, anche se per più versi consigliata, l'installazione di rubinetteria a comando non manuale (pedale, ginocchio o fotocellula) e di distributori di sapone liquido e carta a perdere;

3) il numero dei servizi va valutato in rapporto alle dimensioni complessive dei locali;

4) è preferibile la suddivisione per sesso, oltre i 50 posti a sedere, salvo diverse disposizioni regolamentari.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here