Al via la Torino Cocktail Week: oltre trenta i locali coinvolti

Da lunedì 27 marzo a domenica 2 aprile Torino diventa capitale della miscelazione. È la Torino Cocktail Week, un’intera settimana dedicata all’arte della mixology, una manifestazione all’insegna del buon bere organizzata in collaborazione tra le agenzie di produzione di eventi Lemon e Fa.st, con la direzione tecnica di Sweet&Sour, accademia torinese di bartender professionisti.

Oltre trenta i locali che partecipano, tra cocktail bar (Affini, Arancia di Mezzanotte, Barz8, Carlina Restaurant & Bar, Wallpaper, Distilleria Quaglia, Drogheria, Fab, Inside, KM5, La Bicyclette, La Casa del Demone, La Revoltosa, Le Panche Cocktail Bar, Lobelix, Macario Cafè, Mad, Mago di Oz, Opposto Cocktail Bar, Pastis, Pepe, Quadrix, Sfashion Cafè, Shore Cocktail Bar, Smile Tree, Vermoutheria Barolino Cocchi, ZeroBar) e ristoranti (Antico Balon, Gelateria Mondello, Goustò, Hafa Storie, Il tagliere, Il Porto, Opposto, Pautasso, Ritual Cafè, Salumeria Falchero, Sibiriaki, Tre Galli) proponendo una selezione di segnature cocktail e originali creazioni (nei ristoranti inseriti in menu creati ad hoc) a comporre un itinerario di degustazione di altissimo livello che trasformerà le strade dei quartieri di San Salvario, le vie di Vanchiglia e le piazze del centro in un grande palcoscenico dell’arte della miscelazione, con eventi, workshop, laboratori e conferenze.

Il format del festival è strutturato su giornate a tema dedicate a cinque diversi spirit, in ognuna delle quali nei locali verranno proposti originali cocktail realizzati con la base del giorno e due masterclass con degustazione per approfondire la conoscenza del distillato, masterclass curate dai bartender di Sweet&Sour che si terranno presso la sede dell’accademia (Via Brindisi 10/B Torino, ore 17 e 18.30, costo 18 euro).

Si comincia lunedì 27 con il gin, per proseguire martedì 28 con il whiskey, mercoledì 29 con il rum, giovedì 30 con il vermouth per chiudere domenica 2 aprile con la vodka. Le giornate di venerdì e sabato sono invece a “tema libero”.

Ricco il programma di masterclass dedicato a barman e appassionati per approfondire i più diversi temi della miscelazione (ingresso gratuito, ma con prenotazione), che si terranno presso il Cocktail Village dislocato all’interno dell’Hotel NH Santo Stefano, a due passi dalle Porte Palatine, che durante il week end ospiterà anche dj-set all’ora dell’aperitivo. Incontri che prendono il via venerdì 31 con la masterclass Bitters&Amari: Il nuovo trend della mixology (ore 14-17) di Aldo Bruno Russo, Campary Academy Coordinator. Sabato primo aprile, invece sarà la volta di Alessandro Revel Chion, presidente della Distilleria F.lli Revel Chion, con La Grappa del Piemonte: caratteristiche e unicità (0re 11-12), di Salvatore Romano, fondatore del cocktail-bar torinese Barz8, con Gin & Sodati (14-16.30), per continuare con Lorenzo Scaglia, bartender di Smile Tree (Torino), con Spice Experience (ore 17-18), concludendo con Stefano Righetti, master bartender Jack Daniel’s, con Jack Daniel’s Tennessee Whisky (ore 19-20, riproposta anche domenica 2 allo stesso orario). Il programma si conclude domenica con gli appuntamenti con Andrea Dracos e Francesco Bonazzi, bertender del Mag Cafè di Milano, con Mag Meets Torino (ore 11-15), cui segue l’incontro dedicato all’agave (La Punta, ore 15.30-17.30) con Roberto Artusio e Cristian Bugiada, rispettivamente, dei locali romani Freni e Frizioni e Jerry Thomas Project.

A questi si aggiungono i workshop ospitati in alcuni cocktail bar aderenti alla manifestazione. Ad esempio, Wallpaper ospita un workshop sul mezcal, tenuto dal bartender Stefano Cavalla (martedì 28 ore 15) che parlerà anche di gin al Quadrix (venerdì 31 ore 19.00), mentre presso La drogheria ci sarà la presentazione di alcuni prodotti Farmily, a cura di Andrea Dracos e Francesco Bonazzi (domenica 2 aprile ore 16), presso la Distilleria Quaglia Marco Riccetti parlerà della Tequila Patrón.(lunedì 27 ore 19) e Al Bicchio Giuseppe Rabottini di Drapò Vermouth terrà un workshop con degustazione sul vermouth (giovedì 30 ore 18.30).  

Come si partecipa

Passe-partout indispensabile dell’evento è il cocktail pass, che garantisce sconti sui cocktail speciali preparati dai bartender per la manifestazione, partecipazione a workshop e masterclass e l’accesso al Cocktail Village. Si può comprare sul sito della manifestazione (www.cocktailweektorino.it), dove c’è anche il programma completo dell’evento e la mappa dei locali aderenti, al costo di 15 euro: permette di avere quattro cocktail al giorno, il massimo consentito, scelta fatta per promuovere la cultura del bere consapevole, a 5 euro.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here