Fatevi belli

Alzi la mano chi non è alla ricerca di un autentico coup de théâtre, capace di strappare un applauso, un’emozione da ricordare. L’effetto sorpresa è la cifra dei migliori bar di design del mondo, cui dedichiamo la copertina di questo numero. Come non rimanere affascinati dalle facciate in vetro strutturale dell’edificio che ospita il Fei bar di Guangzhou, nel Sud della Cina (vincitore assoluto del Restaurant&Bar Design Awards): rivestite da una pelle vibrante formata da fibre ottiche, cambiano continuamente colore. Tolgono il fiato il soffitto a curve di alluminio dell’Aluminium Flower Garden di Tokyo (miglior illuminazione decorativa), la scultura in triangoli di alluminio che si espande fino a toccare il pavimento e il bancone dello Sleep Bar di Londra (miglior pop up), e gli arredi e complementi (trofei di caccia compresi) del Mr Fogg’s, locale-omaggio a Phileas Fogg, protagonista de “Il giro del mondo in 80 giorni” (miglior bar di design del Regno Unito). Spazi di ricerca, dove il design degli interni e la costruzione stessa fanno da cornice a cibo e cocktail, che abbiamo raccolto nel nostro dossier (da pagina 81). Dodici pagine per fare il punto sulle tendenze in atto in vista dell’imminente Design week, evento di riferimento per la città di Milano in concomitanza con il Salone Internazionale del Mobile, che nella passata edizione ha raccolto 400mila visitatori di 160 Paesi per un indotto di oltre 250 milioni di euro. Un’attendibile prova generale prima dell’invasione di Expo 2015 (che avrà inizio meno di 15 giorni dopo), alla quale la città si sta preparando con un fitto calendario di eventi e non solo. Negli ultimi mesi Milano si è accesa di nuove luci per lo shopping, per l’aperitivo e per la cena. Ha già fatto parlare di sé il nuovo Excelsior Hotel Gallia con bar annesso, di fianco alla Stazione Centrale, riprogettato dal prestigioso studio di Marco Piva. In Piazza Gae Aulenti, nuovo indirizzo di riferimento è invece l’Octavius Bar all’interno di The Stage, flagship store Replay designed by Roman and Williams Buildings and Interiors. A fare da padrone di casa è Francesco Cione, indimenticabile maestro di cerimonie nelle quattro tappe di Baritalia, il nostro laboratorio itinerante dedicato ai cocktail e stuzzichini italiani (vedi da pagina 18 tutte le ricette della tappa di Napoli). E altri colpi di scena, siamo certi, non mancheranno.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here