È nata Kimbo Spa

Aziende –

Nel cinquantesimo della fondazione la società Cafè do Brasil cambia ragione sociale con quella di Kimbo, il suo brand più importante. Presentato al Sigep un nuovo caffè al ginseng.

Nata a Napoli nel 1963 per opera dei fratelli Rubino, Cafè do Brasil nel corso degli anni si è affermata con il suo marchio più importante: caffè Kimbo. In occasione del cinquantesimo della fondazione, la proprietà ha deciso di sostituire la storica ditta "Cafè do Brasil" con quella di "Kimbo Spa". Oggi l'azienda opera con uno stabilimento a tecnologia avanzata a Melito e con un polo per la logistica integrata intermodale presso l'interporto di Nola.
La società Kimbo Spa nasce così già con un fatturato di circa 170 milioni di euro, grazie al lavoro di 150 dipendenti e a una forza vendita di oltre 100 agenti in Italia. Per il canale horeca sono tre in particolare le qualità di caffè in grani proposto in latte da 3 kg: 100% Arabica Top Selection, Limited Edition e Gran Gourmet.
Da segnalare la presentazione all'ultimo Sigep di Rimini della varietà Kimbo Gran Scelta, selezione di caffè aromatizzati al ginseng e la presenza del campione mondiale di cappuccino Carmine Castellano che ha proposto le più diverse preparazioni Kimbo Coffee Specialist.
«Con un milione e 550mila kg di caffè venduti in Italia - afferma Amedeo Terlizzo, direttore vendite horeca Kimbo Spa - serviamo circa 2mila tra bar e ristoranti, 700 alberghi e ben 700 punti vendita della rete Autogrill».
Non manca anche una forte proiezione export con il marchio "Kimbo Espresso Italiano": solo in Francia sono oltre 11mila i locali che servono il caffè Kimbo. Oltre che alla varietà e qualità dei prodotti, Kimbo deve la sua diffusione a periodiche campagne pubblicitarie di grande impatto, spesso con famosi testimonial.

  

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here