Concorso Disaronno The Mixing Star, in volo per New Orléans

Lavora al cocktail bar Soho 23 in piazza Vittorio Veneto a Torino. Anche grazie alla naturale simpatia, il bartender Alberto Luison è riuscito a convincere la giuria della finale italiana del concorso Disaronno The Mixing Star con il cocktail

Il Motto
4,5 cl Disaronno Originale
2 cl liquore Bergamotto Quaglia
3 cl spremuta pompelmo rosa
1,5 cl succo limone
2 cl zucchero liquido
Preparazione: tecnica shake & strain, ghiaccio a cubetti, servire in coppa grande.
Questa la presentazione in sintesi del cocktail di Alberto Luison: «Il cocktail è la mia rappresentazione del classico Disaronno Sour. Per renderlo unico ho deciso di abbinare Disaronno al Bergamotto Quaglia e di equilibrarlo con succo di pompelmo rosa. Per la decorazione ho utilizzato una semplice scorza di pompelmo rosa ritagliata».
Posto d'onore per il bartender Jordy Di Leone (T-Bar Ostiense, Roma) con la ricetta

God Africa
2 cl Disaronno Originale
3 cl Vermouth Rosso Contratto
3 cl Scotch Whisky Johnnie Walker Red Label
0,5 cl succo lime
2 cl sciroppo cannella
Preparazione: tecnica shake & strain, niente ghiaccio.
Breve commento dell'autore: «L'idea viene da un viaggio in Etiopia, rivisitando un classico come il God Father. Il calice di vetro (originariamente un bicchiere di legno) va in precedenza affumicato alla cannella e servito con una stecca di cannella caramellata al Disaronno Originale».
Terzo classificato Luca Simonetta (My Lounge, Cesana Brianza MB) con il mix

Golden Age
2 cl Disaronno Originale
3 cl Genever Zuidam Single Barrel 5 yo
1/2 zolletta di zucchero di canna (3 g)
4 dash Angostura Bitters
4 dash The Bitter Truth Spiced Chocolate Bitters
2 cl acqua naturale
Preparazione: tecnica stir, ghiaccio a cubetti, servire in coppa, decorare con baccello di vaniglia congelato e profumato con olii esenziali di scorza di limone.
Questa una breve descrizione del cocktail: «Ho immaginato che la ricetta sia stata messa a punto da un bartender americano in fuga negli anni Venti dal Proibizionismo e approdato nella Milano dei Navigli».

Le tre ricette hanno ottenuto i migliori punteggi per gusto, valorizzazione del prodotto e creatività su oltre 300 elaborati inviati nei mesi scorsi dai bartender italiani al sito dedicato themixingstar.com. A partecipare al concorso internazionale Disarono The Mixing Star  concorrono inoltre bartender di quattordici Paesi di tutto il mondo.
La giuria della finale italiana era composta dal bartender Leonardo Leuci, dal sottoscritto giornalista di settore Rodolfo Guarnieri (Bargiornale) e dal direttore generale Duca di Salaparuta, Filippo Cesarini Sforza.
A consegnare il biglietto di viaggio al vincitore Alberto Luison per la partecipazione al grande evento internazionale Tales of the Cocktail (New Orléans, Louisiana-Usa, 15-19 luglio) è stato Augusto Reina (amministratore delegato Illva Saronno Holding), insieme con Stefano Mattioni (direttore generale Illva Saronno). Da citare anche gli interventi di Claudio Giuliano (international marketing manager), Stefano Gigliotti (global trade marketing manager) e Fabio Boldini (direttore marketing).
La finale italiana del Disaronno The Mixing Star è stata tenuta il 27 maggio alla Terazza Palestro di Milano ed è stata condotta con il consueto brio da Stefano Talice (scuola bartending 3 F, Milano). In chiusura si è tenuta l'esibizione canora della giovane e intrigante cantautrice Levante (Claudia Lagona), genere indie rock. Nella foto, il vincitore Alberto Luison tra Luca Simonetta e Jordy Di Leone.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here