Diageo fa rinascere le storiche distillerie Port Ellen e Brora

Con un investimento di 35 milioni di sterline (quasi 40 milioni di euro) Diageo si appresta a rilanciare le distillerie Port Ellen e Brora. Due brand di culto per gli amanti dei single malt scozzesi, diventati delle vere rarità da quando la loro produzione è cessata nel 1983.

Da allora le due distillerie, quella di Port Ellen situata nell’isola di Islay, nell’arcipelago delle Ebridi, e quella di Brora che sorge sulla costa orientale della contea di Sutherland, nelle Highlands settentrionali, sono state abbandonate. L’investimento servirà dunque a rimettere a nuovo i due siti, che avranno una capacità produttiva di 800.000 litri all’anno, e che ne farà le più piccole distillerie del gruppo Diageo.

Un progetto che il colosso mondiale del beverage pianificava da diverso tempo, ma che solo nell’ultimo anno è entrato nel vivo, con l’obiettivo di concludere tutti i lavori e avviare la produzione per il 2020.

«Questo è un momento davvero eccezionale per il whisky scozzese – ha commentato - Nick Morgan, direttore del settore whisky di Diageo -. Port Ellen e Brora sono nomi che hanno una risonanza unica per gli amanti del whisky in tutto il mondo e la possibilità di riportare in vita queste distillerie perdute è rara e speciale come lo spirit per cui le distillerie sono famose».

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here