Completata la rosa dei finalisti della Russian Standard Flair Competition

Con la semifinale di Salerno è stata completata la rosa dei concorrenti che prenderanno parte alla finale Russian della Russian Standard Flair Competition, in programma a Firenze a novembre. Ad aggiudicarsi gli ultimi tre posti disponibili per la finalissima del contest itinerante firmato Russian Standard sono stati, nell’ordine, Michele Letizia (al centro nella foto in alto) della Scuola Play Flair Responsibly di Caserta, Pietro Siano (a destra nella foto) e Alberto Trimarco (a sinistra nella foto), entrambi della Scuola Flair Project di Roma.

A ospitare la gara la Scuola di bartending Flair Studio, dove i concorrenti provenienti dalle migliori scuole italiane di bartender si sono esibiti in una sfida di alto livello davanti alla giuria composta da Valentina Zaottini, brand specialist di Russian Standard Group, Armando del Fiore, proprietario Scuola Fbs di Roma, il flair bartender Federico Cassini e Luca Casale proprietario Scuola Flair Studio.

Come per le precedenti gare, gli aspiranti finalisti si sono cimentati nella preparazione di tre cocktail in un tempo di 4 minuti: un Russian Mule, un cocktail da realizzare in modalità exhibition flair e, novità di questa edizione, un drink di loro originale creazione a base di prodotti Russian Standard, Lucas Boals, Galliano, Vermouth Gancia, toniche premium mixer di Schweppes, da realizzare in modalità working flair.

Su tutti è spiccato Michele Letizia, che si è fatto apprezzare anche per la qualità del cocktail di sua edizione, Rose’s Key, composto da 6 cl di Russian Standard Vodka, 2,25 cl di succo di pompelmo, 2,25 cl di sciroppo di rosa, 1 spoon di maraschino, 2 dash di bitter Dandelion & Burdock.

Ad attendere Letizia, Siano e Trimarco nella finalissima ci saranno i vincitori delle semifinali di Milano e Roma, rispettivamente, Matteo Melara, Roman Zapata e Alejandro Pellejero, e Diego Tarantino, Daniele Russo e Andrea Messina.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here