Bombay Sapphire, parte il Gin & Tonic Tour

il bartender Alex Frezza prepara i suoi cinque Gin & Tonic

La popolarissima ricetta del cocktail Gin & Tonic è stata arricchita con cinque originali guarnizioni dal celebre mixologist Alex Frezza, Bombay Sapphire Cocktail Steward (gruppo Bacardi-Martini).

Le cinque varianti di Gin & Tonic saranno pubblicizzate nel corso di “The Ultimate Gin & Tonic Experience”, tour promozionale che toccherà nei prossimi mesi oltre 40 tra i più importanti cocktail bar italiani. Il G&T Tour ha debuttato ieri allo Spazio Edit di Milano, nel cuore dello storico quartiere Garibaldi, con un affollato e vivace party.
Confermati i primi appuntamenti (www.facebook.com/Bombay.Sapphire.it):
24 giugno: Hotel Gallia, Milano
1 luglio: Umami, Milano Marittima
8 luglio: Speakeasy, Bari
22 luglio: La Paillote, Calafighera-Cagliari.
Mantenendo la ricetta originale Gin & Tonic (4 cl gin, 12 cl acqua tonica, fetta di limone, ghiaccio a cubetti), le cinque varianti firmate Alex Frezza sono state dedicate ad altrettanti personaggi che hanno contribuito a rendere celebre il cocktail ed esaltano ciascuna almeno uno dei 10 botanical presenti in Bombay Sapphire London Dry Gin. Inoltre vengono proposti altrettanti abbinamenti food in tema elaborati dalla giovane chef Cludia Biondini.

G&T Ian Fleming
Dedicato allo scrittore inglese celebre per aver dato vita all’agente segreto James Bond 007, grande estimatore del buon vivere e del gin nelle sue varie preparazioni.
Guarnizione: listelli di finocchio fresco e grani di pepe rosa.
Abbinamento: miniquiche di frolla con zest di limone e ripieno di panna, zucchine e menta fresca.

G&T Regina Madre
Omaggio alla Regina Vittoria (la Regina Madre per eccellenza) il cui volto severo compare da sempre sull’etichetta di Bombay Sapphire London Dry Gin.
Guarnizione: zest di limone e foglie di mente fresca.
Abbinamento: mini tartare di avocado, finocchio e tonno con vinaigrette al pepe rosa e limone.

G&T Tennessee Williams
Drammaturgo e sceneggiatore americano che, negli anni Cinquanta, era solito trascorrere animate serate al bar del Grand Hotel di Roma in compagnia del suo fedele cane.
Guarnizione: spicchio di lime e foglie di salvia fresca.
Abbinamento: triangolini di pasta filo con ripieno di feta (formaggio greco), lime e salvia.

G&T William of Orange
Conosciuto anche come Guglielmo di Orange, principe olandese che, a seguito del matrimonio con Maria II Stuart, divenne re d’Inghilterra nel 1689. Introdusse l’uso del gin (l’olandese genever) nei consumi alcolici della corte inglese.
Guarnizione: zest di pompelmo e fetta di zenzero.
Abbinamento: cappelletto gourmet con ripieno di gamberetti, zest di pompelmo e zenzero grattugiato.

G&T Sir Thomas Gimlette
Chirurgo sulle navi della Royal Navy alla fine dell’Ottocento, propose all’Ammiragliato di Londra di mescolare la tradizionale razione di gin con succo di limone e zucchero per contrastare lo scorbuto, malattia debilitante diffusa tra i marinai per carenza di vitamina C. In suo onore è nato l’omonimo drink internazionale.
Guarnizione: strisce di peperone fresco e bacche di ginepro.
Abbinamento: bicchierino di zuppa fredda gazpacho a base di peperoni rossi e gialli con bacche di ginepro e stracciatella di mozzarella.

Come nasce il premium gin
Tre sono le caratteristiche che rendono Bombay Sapphire London Dry Gin un prodotto premium (ricetta storica del 1761): l’elegante bottiglia squadrata in vetro azzurro, la scelta di 10 botanical speciali provenienti da tutto il mondo, la distillazione che avviene per infusione a vapore dei botanical. In particolare i dieci aromatizzanti sono costituiti da mandorle amare e limoni (Spagna), liquirizia (Cina), bacche di ginepro e radice di iris (Italia), radici di angelica (Sassonia, Germania), coriandolo (Marocco), corteccia di cassia (Indocina), grani di pepe Cubebe (Giava, Indonesia), grani del Paradiso (Africa Occidentale).
La distillazione avviene attraverso uno storico e raro alambicco Carterhead dotato di ceste di rame forate, nelle quali sono posti i dieci botanical, attraverso le quali passa l’alcol in vapore bollente che estrae delicatamente gli aromi, procedimento che rende il prodotto particolarmente fine, morbido e profumato (martinierossi.it).

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here