Biscaldi protagonista alla prima giornata della nostra cocktail competition

Barfestival –

La brava Anna Di Sandro vince la prima delle otto semifinali milanesi in calendario presso Bar University. Protagonisti di questa prima gara i prodotti Biscaldi. In gara anche i finalisti del prestigioso trofeo internazionale John Whyte Club

È Anna Di Sandro del Banana Republic di Pompei (Na) la prima finalista a salire sul volo per Bangkok, degna cornice del final show dell'edizione 2008 della nostra Barfestival Cocktail Competition (la finalissima, sempre organizzata da Bargiornale, è in programma dal 23 al 27 novembre prossimi). La barmaid si è aggiudicata la gara teorica e pratica e la prova di degustazione, prima sfida delle otto semifinali milanesi che si terranno per tutto il mese di settembre nella nostra sede di Bar University (presso gli East End Studios, Via Mecenate 84 - Milano, dalle ore 14 alle 19). Protagoniste della gara le “sei dive Biscaldi”: Asahi, Budejovicky - Budvar, Cobra, Miller Genuine Draft, Salitos e Viru. Ciascun concorrente è stato chiamato a rispondere a un questionario per dare prova della propria conoscenza sulle specialità birrarie distribuite da Biscaldi e quindi a cimentarsi in una degustazione cieca. I nostri complimenti anche a Cristian Sangalli del Caffè Giardino di Torino (2° classificato) che si è aggiudicato la borsa di studio per la partecipazione gratuita al corso di specializzazione di Bar University, bar mixology e gestione magazzino. Al 3° classificato, Fabio Silvestri dell'Extro Grill Cafè di Mazzo di Rho (Mi), la borsa di studio in bar trend and promotion.
Cultura della birra e una sfida tra star internazionali
Ad animare il pomeriggio dedicato allo sponsor Biscaldi
il seminario di Franco Re dell'Università della Birra sull'Abc della birra e la finale internazionale del John Whyte Club, che raggruppa i migliori giovani barman Iba. Tema della sfida: “There is no drink without water”. Così la trasparenza dell'acqua è richiamata nel cocktail Gold Blue di Mattia Pastori del Park Hyatt Hotel di Milano (2° classificato) e nell'Eath Water della finlandese Milla Kiven del Hamburger Börs lounge bar (3° classificata). Gli onori degli allori vanno invece a Vince Ang dell'Em di Singapore con il cocktail The melody of harvest (3 cl Absolut Pears, 1,5 cl Yuzi Komanchi o distillato a base di agrumi, 1,5 cl Bols alla pesca, 2 cl succo di cetriolo, top up con Breezer alla pesca). A giudicare i cocktail Umberto Caselli, presidente onorario dell'Iba, e Ron Busman, vice presidente Europa.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here