Bacche e frutti esotici, il gusto estroso è servito

Gelateria –

Paolo Coletto è un artigiano tutto d’un pezzo: nella sua gelateria di Bolzano i gusti non hanno confini e gli ingredienti sono solo naturali

Un folletto dietro a una fragola fa capolino dall’home page del sito web della gelateria Avalon di Bolzano e guida i visitatori ai segreti di Paolo Coletto. Il maestro gelatiere è portavoce di quella che lui chiamala metafisica del gelato artigianale: un’arte che si compone di natura e cultura, passione e creatività, con un’attenzione quasi maniacale per le materie prime. Dal 1981 l’affollata gelateria di Corso della Libertà ha infatti ampliato l’offerta: dai classici a oltre 34 specialità differenti, in un percorso di sapori preparati con ingredienti naturali e di altissima qualità, frutto di un’intensa attività di ricerca e sperimentazione svolta da Coletto nel suo laboratorio artigianale dove testa ogni materia prima, esaminandone attentamente le proprietà organolettiche e ricercando inedite sinergie di gusto.

Premiato dai consumatori

La nota che contraddistingue la lavorazione è l’assenza di coloranti, conservanti, emulsionanti, aromi artificiali e latte in polvere. Queste caratteristiche, insieme alla trasparenza delle informazioni fornite alla clientela, sono state recentemente premiate dal Centro Tutela Consumatori sudtirolese. Fondamentale dunque l’importanza attribuita alla scelta dei forntori: tutti scoperti e controllati uno ad uno dal maestro gelatiere. Dai masi della zona provengono latte vaccino e panna fresca pastorizzati ma non omogeneizzati, come il latte di capra fresco, disponibile solo da Pasqua a fine agosto (latteria di Lagundo) e le uova biologiche (maso Gampenhof di Aldino). Anche gli approvvigionamenti di frutta vengono da aree locali come le fragole biologiche dalla Val Passiria,le albicocche dalla Val Venosta o i mirtilli selvatici dalla Val Pusteria. La scelta delle materie prime si amplia fino anche a comprendere eccellenze italiane come la nocciola tonda gentile delle Langhe, il pistacchio di Bronte, le noci siciliane e i meloni mantovani numerati (Lorenzini Natura Amica).

Cioccolato extra e vaniglia dal Madagascar

Tra gli ingredienti che provengono dall’estero spiccano la profumata vaniglia Bourbon dal Madagascar, i datteri israeliani e i manghi del Pakistan. Un discorso a parte meritano i cru 100% di cioccolato fondente Domori: le qualità Apurimac (Perù), Carenero Superior e Sur del Lago Clasificado (Venezuela), insieme al Sambirano (Madagascar) abbinato a cardamomo e peperoncino, danno vita a quattro richiestissime varianti di gusto. Richiesti soprattutto d’estate, i sorbetti alla frutta anche questi realizzati con ingredienti naturali al 100% . Nella gelateria aperta dalle 13 alle 22.30 in orario continuato, Coletto è coadiuvato dalla moglie indonesiana Rani: i prezzi partono da 1,10 euro e vengono utilizzate esclusivamente coppette e cucchiaini in plastica di mais biodegradabili. Tra le creazioni più recenti, l’esotico Bombay Dream: gusto ottenuto miscelando riso Basmati, cocco, cannella, cardamomo, pepe rosa, nero e bianco, anice in semi e olio essenziale di rose bulgare.
Altre specialità nascono durante vere e proprie performance creative dove il gelatiere utilizza l’azoto liquido per creare nuovi gusti, mentre un dj seleziona brani di musica techno indiana.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here