A Milano si riunisce il Sandwich Cocktail Club

11402596_899484130090406_7839072911664232672_o 988594_899509353421217_171053729995868213_n 11417753_899481420090677_5565515650034394688_o 1501607_899481553423997_8406272347219966014_o DSC_4605 DSC_4602

collage panino1DSC_4595 DSC_4591 DSC_4590 DSC_4585 DSC_4584 DSC_4576 DSC_4574 DSC_4414 DSC_4408 DSC_4406 DSC_4372 DSC_4346 DSC_4223 DSC_4205 collage panino3 collage panino2 DSC_4151

 

 

All'ottava edizione del Summer Drink & Eat Festival vince Andrea Paci. Questa è la prima notizia, ma forse la meno importante. Perché ciò che continua a essere l'asso nella manica della manifestazione ideata da Giorgio Negri di Rg Commerciale è il clima. Non quello ambientale, tradizionalmente torrido come vuole la stagione, ma quello che s’instaura tra i partecipanti. "Make martinis, not war", questo potrebbe essere il motto della manifestazione che richiama, da tutta Italia, in gara e davanti al banco, grandi nomi del bartending. Questa volta erano sedici i concorrenti in gara all’evento andato in scena da Carlo e Camilla in Segheria a Milano. A intervallare i momenti di gara, oltre a una “sana” colonna sonora rock, il seminario di Simone Caporale (miglior bartender del mondo nel 2014, al fianco di Alex Kratena all’Artesian di Londra), l’intervento di Manuel Greco e Mauro Lotti sui nuovi Martini Riserva Rubino e Ambrato e i curiosi aneddoti sui club sandwich più fuori schema raccontati dal giudice fedelissimo Dario Comini, un collezionista del genere. Prima di spingerci oltre, facciamo un passo indietro. Scopo della competizione di quest’anno era premiare il miglior food-pairing (o abbinamento) tra un cocktail originale, preparato con uno dei prodotti dell’ampio portafoglio Bacardi Martini, e un club sandwich rivisitato da tre talenti: i cuochi Marco Martini, Claudio Ceriotti e Misha Sukyas. La giuria era divisa equamente tra bartender e stampa. Oltre a Comini e Lotti, erano presenti Paolo Sanna, Claudio Burdi, Allan Bay, Teo Rizzolo e Marina Bellati di Ristoranti e Bargiornale (media partner del concorso). A consegnare i premi c’era Camilla Negri alla quale abbiamo chiesto il segreto dietro il successo di questa manifestazione. «Semplice, la forza di questo evento annuale sta nella genuinità della sua impalcatura: i partecipanti sono amici, colleghi, esperti del settore, accorsi a sostenere altri amici, a testare le ultime novità nel mondo del bartending e a conoscere di più sulle aziende che sostengono da anni la giornata. Questi brand, senza i quali sarebbe impossibile vedere crescere l’evento sono, oltre al nuovo main sponsor Martini, Luigi Bormioli, leader nella vetreria italiana, Ballarini professionale, azienda di lunga esperienza nel pentolame, Trabo, coi suoi marchi qualitativamente straordinari come Arcos, iSi e Kisag, ma ancora Ceado, per gli strumenti elettrici sul banco bar e in cucina, Musetti e il suo eccellente Caffè e l’azienda Flo per il monouso, settore in forte crescita e in continuo cambiamento». La finalissima si è svolta a tre. Sul podio, oltre al campione Andrea Paci, Terry Monroe e Luca Angeli. Quelle che seguono sono le ricette presentate. Per le altre analisi, i retroscena e il film completo, vi rimandiamo alle pagine di Bargiornale.

 

Emigrante di Andrea Paci (primo classificato)

 

Ingredienti: 30 ml Gin Bombay, 30 ml Martini bianco, 2 barspoon di zucchero al cardamomo, 1 barspoon di

sciroppo di zucchero, 25 ml succo di lime, 40 ml Tè Rooibos, 4 foglie di basilico.

Tecnica: Stir su scaglia e fine strain

Bicchiere: Tazza da tè bagnata d'assenzio

Guarnizione: Basilico e anice stellato

 

Yellow Bird di Terry Monroe (seconda classificata)

 

3cl Martini bianco con chili e zafferano

3 cl Bombay East

Cedrata Tassoni

Tecnica cooler

 

 

 

Shogun di Luca Angeli (terzo classificato)

 

3,0 cl martini bianco

2,0 cl sake

3,0 cl tequila patron

3.0 cl te bancha

1.0 cl succo di lime

1,0 cl sciroppo the affumicato

Zenzero fresco

 

 

 

Wake me up when club sandwich ends di Daniele De Fazio

Martini Rosato 4 cl
Maker's Mark 3 cl
zolletta di zucchero imbevuta di salsa di soia
origano (in infusione)
Succo lime 1,5 cl

 

 

 

 

Club Meet Martini di Davide Minervino

 

2 cl sciroppo di pompelmo rosa

4 cl courvoisier vs

4 cl martini extra dry

10 cl martini prosecco doc

spruzzata di bergamotto

dec.: frutta di stagione a pezzi

 

Tequila Fizz di Fabrizio Tassia

 

20 ml lime

15 ml agave ( 2/1 acqua e miele)

40ml tequila Patron reposado

10/15 ml albume

Shake and strain in un bicchiere da pilsner o in una pinta.

30 ml di Martini Rosato da versare sulla schiuma del drink.

Top birra chiara leggera

Qualche goccia di Peychaud’s bitters

Guarnizione: rondella di arancia scottata e peel di limone.

 

Dry Eight di Federico Tomasselli

 

40 ml Martini extra dry

20 ml Bacardi 8

1 sugar cube

Pimento bitters

Assenzio

 

Un’acida a Milano di Francesca Ambanelli

 

semi di pepe nero sarawak

semi di cardamomo nero

foglie di coriandolo fresco

1/2 sciroppo all'orzo e zenzero ( homemade)

1 1/2 oz di Tequila Patron

1 oz di Vermouth bianco Martini

top di Birra belga a fermentazione spontanea ( Oude Geuze) ;

 

 

G1967 Loris Melis

35 ml distillato di pollo arrosto ( con spezie )

30 ml Martini Extra Dry

50 ml succo di limone

30 ml sciroppo di pomodoro dattero

60 ml acqua di asparagi

Guarnizione:

Pellicola di pomodoro disidratato

Albume al guanciale di maiale disidratato

Tecnica: trowing

Bicchiere high ball

Giuridikon di Marco Giuridio

 

Ingredienti:

3 cl Martini Extra Dry

9 cl Malvasia (Accamilla)

0,5 cl Laphroaig

 

Bicchiere: coppa vintage

 

Garnish: fieno e zest limone

 

 

Cobbler de noi altri di Massimo Stronati

1 Tsp zucchero bianco

2/3 rondelle di zenzero fresco

1 oz succo di pompelmo rosa

1 oz(3cl) Martini Extra Dry

1 1/2 oz Marsala Barricato Florio

2/3 gocce burlesque Bitters

Deco: Rametto menta frutti di bosco zucchero a velo

Tecnica: Shake and strain

Ispirazione: rivisitazione di un cobbler

 

Martini Tongue di Patrizia Bevilacqua
4 cl Martini Rosso
4 cl Martini Bitter
2 cl Jim Beam Bourbon Whiskey
3 cl tè ribes nero ginseng e vaniglia
Top 2 cl ginger ale
Nel mixing glass, servire nel tumbler basso.

 

Martini Doppio Malto di Roberto Rossi

 

5 cl Bombay sapphire

3 cl Martini Extra Dry

1 cl sciroppo di malto d'orzo

1 spoon sciroppo di grano

Luppolo

Shakerato nel boston, filtrato in un twist n' sparlke, gasato e versato poi in un bicchiere stretto e alto.

Nessuna garnish.

 

 

 

Lolly Sun Matteo Minghetti

 

4,5 cl gin Bombay Sapphire

4,5 cl Martini Bianco

½ rapa rossa

½ cucchiaino curcuma

Soda water top

 

Un Fresco pomeriggio sul lago

 

30 ml Martini Extra dry

45 ml Patron blanco

15 ml liquore alle erbe (Galliano)

40 ml di sherbet al lime (homemade)

3 dash celery bitter Truth
tecnica: shake/strain

guarnizione: sedano, lemon grass

bicchiere: tumbler

 

 

Pachi-to di Vincenzo Leone

 

-30ml martini bianco.

-10ml martini bitter.

-30ml centrifuga di pomodorini pachino.

2 barspoons di aceto balsamico Diamante.

1 barspoon di sciroppo di zucchero aromatizzato al basilico.

0.5cl limoncello.

1 rametto di finocchietto.

2 foglie di basilico.

pepe rosa di cayenna q.b.

 

Shake & strain

 

Guarnizione: foglia di basilico e ciuffetto di finocchietto.

 

Bicchiere: tumbler basso

 

 

Le ricette dei club sandwich

 

Ricetta di Misha Sukyas

Ingredienti:

fois gras al curry di Bruma

petto di pollo cotto a bassa temperatura

aromi di agrumi

maionese alla barbabietola affumicata e mizuns

il tutto in pane in cassetta alla senape fatto in casa

 

Ricetta di Marco Martini

Nome: "Roman Club Sandwich"

 

Ingredienti:

 

3 fette di pancarrè al pomodoro

3 fette di guanciale

1 petto di pollo alla cacciatora

4 pellicole di pomodoro

Maionese all’uovo sodo

Misticanza

Senape e salsa di mele

Manioca croccante alla paprika affumicata

 

Dettagli sugli ingredienti:

 

Pancarrè al pomodoro fatto in casa, fette di guanciale stagionato, petto di pollo cotto a bassa temperatura marinato alla cacciatora (aglio olive rosmarino aceto e vino).

Pellicola di salsa pomodoro disidratata.

Misticanza di campo con erbe spontanee.

Maionese all’uovo sodo

Manioca affettata fritta e insaporita alla paprika affumicata.

Senape in grani marinata alla mela golden.

 

Ricetta di Claudio Ceriotti
Mantou Club Sandwich

 

Ingredienti:

 

 

1) Steamed Buns (panini al vapore) [*nella ricetta sostituiscono il classico pane bianco]

 

ingredienti per 6 panini da circa 55g:
200g di farina 0 per pizza e pane
120g di acqua
1g scarso lievito di birra secco
1 cucchiaio di olio di arachidi
1 cucchiaino scarso di sale
1 cucchiaino di zucchero

 

Il panino viene cotto nelle tradizionali vaporiere di bamboo

 

 

2)  Pork belly (pancetta di maiale) cotta a bassa temperatura e poi brasata in una salsa teriaki leggermente affumicata [*nella ricetta sostituisce il classico bacon]

 

3) petto di tacchino marinato al miele e leggermente affumicato

 

4) maionese al wasabi [*sostituisce la mostarda]

 

5) cavolo cinese tagliato finissimo [*sostituisce la lattuga romana]

 

 

Sara' servito tiepido.

 

 

Contorni in vassoio :

 

spoons di:  coleslow  (insalata di cavolo cinese maionese etc. )

daikon prezzemolato insalatini (verdure fermentate)

 

Servito in un poker di patate a ricordare l'origine del Club Sandwich, che sembra essere stato inventato per non interrompere le partite di carte.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here