A Irene Deiara la vittoria del Concorso nazionale Abi Professional

È Irene Deiara (nella foto in alto) a salire sul gradino più alto del podio del Concorso nazionale Abi Professional. 17 i bartender provenienti da tutta Italia che si sono dati battaglia nella finalissima della competizione, svoltasi presso l’eco boutique & design hotel MooM di Olgiate Olona (Varese). A spuntarla è stata la barlady del Dinus Cocktail Wine Bar di Arnad, piccola località della Valle d’Aosta, con il suo cocktail Marisan, che ha conquistato il palato della giuria degustativa, composta da Francesco Cione, Ezio Falconi e Valerio Beltrami, e colpito la giuria tecnica formata da Alessandro Bonventi e Mattia Carmine Perciballi. Una creazione equilibrata dal gusto citrino di mela e lime e dal sapore dolce conferito dal miele, dove ha utilizzato una base alcolica composta da Riserva Genepy e da Cointreau, con l'aggiunta di anice a regalare al cocktail un ulteriore tocco d’originalità. Grazie alla sua prova Deiara si è aggiudicata la medaglia d’oro e alcune bottiglie di valore, messe in palio da Abi Professional, e un weekend presso la location il MooM Hotel.

2-classficato-concorso-nazionale-rizzo-cAlle sue spalle si è posizionato il tarantino Giuseppe Rizzo (qui, a sinistra) con Bad Lady, un after dinner deciso e alcolico, ma dal gusto dolce e aromatico grazie all'aggiunta del nettare di amarena e dell’Amaretto di Saronno a una base alcolica molto strutturata che prevede Jack Daniel's e Rosso antico e poche gocce di gin e vermouth.
L’ultimo gradino del podio è andato invece a Christian Olivieri (sotto a destra). Il barman lombardo ha proposto un digestivo dolce e speziato, Cioccolato e Pere, dove l'uso della base alcolica di Bitter Campari, vermouth e Liquore alle Pere ha creato un mix perfetto con gli sciroppi.

OlivieriChristian-3-classificato

Assegnati anche alcuni premi speciali, tra i quali quello per la miglior tecnica esecutiva, andato a Stojan Krizman del Friuli Venezia Giulia, e quello per la miglior decorazione, aggiudicato da Nicola Trollio, del Veneto.

Nella giornata si sono svolti altri due concorsi dedicati rispettivamente ai giovanissimi talenti di alcune scuole alberghiere di Lombardia e Piemonte, che si sono sfidati nella realizzazione di cocktail internazionali, e il concorso Arazzo per gli appassionati di cocktail e barman non iscritti al concorso nazionale, che invece hanno dovuto creare un drink con gli ingredienti messi a disposizione dalle aziende sponsor.

Lorenzo-Celia_primo_class-istituto_alberghiero_carlo-porta

Per quanto riguarda il primo, la vittoria è andata a Lorenzo Celia (qui a sinistra), dell’Istituto Carlo Porta di Milano, che ha realizzato un perfetto Black Russian, mentre ad aggiudicarsi il secondo, al quale hanno preso parte 40 concorrenti, è stato Valerio Vitiello, un giovane barman della Valle d'Aosta con Alfio, un cocktail speziato e abboccato, la cui peculiarità è stata conferita da una base alcolica di Cointreau e Martini ammorbidita dallo sciroppo di fiori di sambuco. Vitiello ha conquistato così il viaggio premio a Cognac, in Francia, presso il Castello Le Logis di Grey Goose, messo in palio da Bacardi-Martini.

Marisan di Irene Deiara

Ingredienti:

4 cl Genepy Riserva Vertosan, 1,8 cl Cointreau, 1,5 cl succo di lime, 2 cl Succo di mela Corfuits, 2 cl sciroppo di Miele Corradi, 0,2 cl di Anice secco speciale Varnelli.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here