La pasticceria è rock, parola di Alex Servida

«Sarà una pasticceria rock, dove gustare dolci di alta qualità in un ambiente più informale e confortevole di quello delle pasticcerie tradizionali, eleganti ma un po’ fredde. Un concept che ancora non si è visto in Italia, che abbina l’alta pasticceria al design urban e street, con dettagli vintage». Alessandro Servida, pastry chef e membro Ampi, descrive così il locale che sta progettando insieme alla moglie Donatella Bongermino e che, se tutto andrà secondo i programmi, aprirà a maggio a Milano in viale Piave.

  • Espandi


    Se l’ambiente è rock, l’offerta è quella di un locale all-day, aperto dalla mattina alle 7.30 alla sera alle 19.30, sette giorni su sette. Si comincia la mattina con le brioche che arriveranno quotidianamente dal laboratorio di Pantigliate (Mi), dove Servida ha una pasticceria e il quartier generale. Si continua poi per tutta la giornata con un’offerta dolce e salata da declinare dal pranzo alla merenda all’ora del tè. In particolare, per il pranzo e gli spuntini salati ci sarà una selezione di proposte fredde, dai mini panini ai tramezzini a base di pane fatto in casa e salumi particolari.
    L’offerta dolce non si discosterà molto da quello che il pastry chef già propone a Pantigliate, con la differenza che a Milano saranno protagoniste le monoporzioni, da consumare sul posto o da portare a casa. Spariscono le mignon, rimane una piccola selezione di torte, oltre ai dolci stagionali, dalle colombe al panettone, anche in vaso.
    Grande spazio avrà la caffetteria, mentre per il resto dell’offerta beverage Servida sta selezionando un’offerta di succhi e bibite biologici “ricercata”.
    L’ispirazione per il concept di pasticceria rock, racconta Servida, è legata da una parte ai viaggi in California, dall’altra all’esperienza della trasmissione tv Pastry Garage, che lo ha visto protagonista lo scorso autunno. «Da molto tempo stavamo studiando la piazza di Milano – racconta Servida – ma abbiamo voluto avere le idee chiare e trovare il locale giusto nella posizione giusta». Il locale ha una superficie di 60 mq, con una ventina di posti a sedere all’interno e una quindicina nel dehors. Volutamente, rivela Servida, «non è molto grande, perché, se funzionerà, vorremmo replicarlo e sviluppare il format in breve tempo».

“L'ispirazione per il concept di pasticceria rock è legata da una parte ai miei viaggi in California, dall'altra all'esperienza della trasmissione tv Pastry Garage.”
Alex Servida