Il miglior gin artigianale? È un London Dry brasiliano

No, non è una battuta. Così ha stabilito lo scorso febbraio a Londra la severa giuria composta da 50 esperti noti a livello internazionale del World Gin Awards che ha premiato nella categoria craft (artigianale) il gin Amázzoni, prodotto a Rio de Janeiro in Brasile. A dare un nome italiano a questo distillato di matrice sudamericana sono stati i suoi creatori: Arturo Isola, genovese e residente a Rio de Janeiro da 8 anni, e l’oriundo umbro Alexandre Mazza, carioca.

  • Espandi

    I due imprenditori, dopo aver riattivato nella pittoresca valle del Paraiba, situata tra Rio de Janeiro e San Paolo, una distilleria trisecolare, hanno in poco tempo avviato, con la consulenza di Tato Giovannoni, oriundo di Lucca e noto esperto di mixology a Buenos Aires, hanno dato vita al progetto di produrre un gin particolare con una forte impronta locale. A partire dalla ricetta che contempla accanto a botaniche tradizionali o già conosciute come bacche di ginepro, pepe rosa, alloro, limone, mandarino e coriandolo, cinque ingredienti inediti amazzonici: cacao, castagna brasiliana, maxixe, ninfea e cipò cravo. Gli ingredienti, 11 in tutto, vengono macerati nel loro stato naturale in alcool di cereali e distillati in un grande alambicco di rame, il primo mai progettato e fuso in Brasile. L’equilibrato mix tra botaniche classiche e ingredienti locali crea alla fine un bilanciato London Dry con una gradazione alcolica finale di 42°. In particolare, i semi di cacao biologici, il frutto di maxixe (anguria tipica del sud America) e il cipò cravo donano una nota fresca mentre la castagna brasiliana conferisce una texture oleosa e un finale morbido. Non è un caso che Amázzoni sia stato premiato quest’anno anche come Best Brazilian London Dry dell’anno. Da menzionare, infine, che la miscela è confezionata in eleganti bottiglie di vetro riciclato, ispirate ai “bottiglieri” da farmacia del Rinascimento. Distributore per l’Italia di Amázzoni è Fine Spirits di Genova.

0
11

Il numero
di botaniche

0
5

Le botaniche
mai utilizzate
in un gin

0
42

Numero di gradi alcolici

0
70
cl

Il formato
della bottiglia

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome