Una maestria capace di rinnovarsi

Strategie –

Una visita alla Maison Rémy Martin permette di apprezzare l’incredibile cura dei dettagli che dà origine all’alto livello qualitativo dei Cognac della casa francese. Che ora lancia in Italia la novità Vsop Mature Cash Finish

bargiornale 04_12

Tenere la barra dritta sull’eccellenza e sulla tradizione, ma continuare a innovare per creare prodotti di qualità superiore capaci di evolvere in linea con le evoluzione dei gusti e delle modalità di consumo dei clienti di tutto il mondo: sono i valori che ancora oggi guidano Rémy Martin, una delle più celebri case di Cognac, da oltre 50 anni saldamente in mano alla famiglia Hériard Dubrueil. proposta di vini straordinaria e un pool di imprenditori veronesi. Una famiglia che, in Italia, si è affidata per la commercializzazione dei propri Fine Champagne Cognac ad un’altra azienda familiare di lunga tradizione: la Fratelli Branca Distillerie.
Solo una visita ai luoghi di produzione dell’azienda, nei dintorni della cittadina di Cognac, permette di cogliere in tutta la loro complessità la grande cura dei particolari che caratterizza l’intero processo produttivo dei Fine Champagne Cognac. Una cura che parte dalla produzione delle botti, realizzate dalla “azienda di famiglia” Seguin Moreau (fa parte dello stesso gruppo, Oeneo) con un processo produttivo basato sui principi innovativi della maturazione proattiva e della tostatura enologica. L’obiettivo è di creare botti, rigorosamente in quercia del Limousin, che durino a lungo, siano esteticamente belle e assicurino la massima stabilità enologica (ognuna costa circa 850 euro). Oltre 200mila di queste barrique, accanto a 80 grandi contenitori da 66mila litri, sono gli scrigni allineati nelle 28 cantine del Domaine de Merpins dove le acquaviti vengono messe a invecchiare (alcune per più di un secolo).
Ogni anno, la commissione di degustazione guidata da Pierrette Trichet, unica donna maestro di cantina di una grande casa di Cognac, realizza più di 600 assemblaggi per tirar fuori il meglio dalle acquaviti di Fine Champagne lasciate a maturare. La punta di diamante di questo incredibile lavoro è l’ultracentenario Louis XIII, composto da 1.200 acquaviti e “oggetto del desiderio” di molti Vip.

Il debutto di Mature Cash Finish

L’ultimo nato in casa Rémy Martin è Vsop Mature Cash Finish: si tratta di un’evoluzione del Vsop Fine Champagne Cognac, prodotto di culto della maison da oltre 80 anni, frutto di un affinamento del processo di invecchiamento delle acqueviti: per un anno, infatti, vengono conservate esclusivamente in botti di quercia del Limosino invecchiate più di vent’anni. «Il risultato finale – afferma il brand ambassador Patrick Mariuz – è un Cognac di maggior complessità e ricchezza, più rotondo e delicato, dove vengono esaltate le note fruttate: un prodotto che si sposa meglio con l’evoluzione del gusto dei consumatori europei, cui è destinato. E che è particolarmente adatto per la mixability».

Pubblica i tuoi pensieri