Un nuovo Sapore

imprese&mercati –

L’edizione 2012 della kermesse riminese si arricchisce di incontri e degustazioni. Tra le novità, un concorso di cucina con i prodotti di quarta e quinta gamma

Rinnovare periodicamente la proposta è importante per qualsiasi locale che voglia stare al passo con i tempi. Non servono rivoluzioni: spesso è sufficiente inserire un numero limitato di prodotti innovativi o aggiornare il modo di lavorare. L’occasione per conoscere le novità, verificare le tendenze e apprendere, attraverso laboratori e dimostrazioni pratiche, i diversi utilizzi dei prodotti è una visita a Sapore Tasting Experience, in programma a Rimini Fiera dal 25 al 28 febbraio 2012. La nuova edizione si arricchisce di contenuti, vede confermata la formula di più saloni in uno - Mia, Mse, Frigus, Divino Lounge, Oro Giallo, Cooking Pasta e Selezione Birra Beverage & Co - e ha come marchio un mosaico di tante immagini di food e beverage che disegnano un occhio. È lo sguardo che Sapore rivolge al futuro dei consumi alimentari extradomestici attraverso prodotti, processi di trasformazione e cottura, pack e ricette con cui realizzare un’offerta nuova e sostenibile per l’economia del locale.
Tendenze e novità saranno le protagoniste di Sapore Innovation Area, una vetrina che riunisce i nuovi prodotti (ben cento nel 2011) dei diversi canali dell’horeca, raccolti in una guida distribuita gratuitamente ai visitatori.

Valorizzare i surgelati

«Non ci limitiamo a mostrare gli alimenti, mettendo “in fila” gli stand - afferma Patrizia Cecchi, direttore business unit di Rimini Fiera -, ma offriamo a tutti i visitatori un’esperienza di gusto attraverso laboratori, aree di degustazione e concorsi. Fra i tanti stimoli, insegneremo come prendere maggiore confidenza con il surgelato, disponibile a ogni ora per preparazioni rapide e gustose, senza il problema dell’invenduto, perché si prepara solo ciò che serve, al momento o con tempi di scongelamento contenuti».
Si rinnova Cooking Pasta, l’area espositiva e dimostrativa dedicata alla valorizzazione del prodotto sia fresco sia secco, che ospiterà dimostrazioni, concorsi e incontri; i piccoli e medi produttori di olio saranno presenti al salone Oro Giallo, che presenta le eccellenze italiane. Anche il pesce avrà dei laboratori di degustazione dedicati, con la presenza di diverse collettive regionali.
La novità dell’edizione 2012, in calendario per il 27 e 28 febbraio, si chiama Sapore Chef Grand Prix: si tratta del primo concorso internazionale di cucina sul tema “Food industry e ristorazione”, con prevalenza di prodotti industriali di quarta e quinta gamma. La sfida coinvolgerà gli chef divisi in tre categorie Students (studenti di scuola alberghiera), Juniores (dal diploma a 25 anni) e Professionals (oltre i 25 anni). Le iscrizioni si chiuderanno il 15 novembre prossimo.
Un altro appuntamento d’obbligo è con il salone Selezione birra, beverage & Co, che propone dalle acque minerali ai succhi di frutta, dagli energy drink ai superalcolici, dai distillati ai liquori tradizionali. «Attraversa una fase molto positiva la birra artigianale, che sta diventando un marchio forte del made in Italy: proporremo degustazioni guidate, concorsi e incontri con il trade - riprende Cecchi -. Cresce anche il numero di aziende produttrici al salone Divino Lounge, che sottolinea il buon momento per il vino al bar; saranno numerose le occasioni per conoscerlo più a fondo, con degustazioni e interessanti accostamenti ai cibi».
Sono in fase di progettazione una serie di percorsi di degustazione a tema - in collaborazione con San Patrignano, la Repubblica di San Marino e il territorio del riminese - per sperimentare dal vivo tutta la bontà dell’offerta di Sapore.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here