Tutto quello che c’è da sapere sui cibi afrodisiaci

Curiosità –

Peperoncino, spezie, frutti di mare, cioccolato: ecco i cibi in grado di stimolare i sensi

Prendono il nome dalla dea dell'amore Afrodite e sono tutte quelle sostanze che dovrebbero aiutare a migliorare il desiderio e le prestazioni sessuali. Che ci si creda o no, sicuramente stuzzica la curiosità l'idea di proporre, per esempio, un piatto o un cocktail a base di ingredienti considerati afrodisiaci. Alcune delle sostanze che hanno effetti stimolanti maggiormente riconosciuti appartengono alla categoria delle spezie. Fra di esse vale la pena ricordare il peperoncino, il cui sapore deciso, il contenuto di vitamina E e il colore rosso acceso avrebbero insieme un effetto eccitante. Anche i chiodi di garofano sono  riconosciuti come stimolanti, e aiutano per esempio a combattere la fatica e la stanchezza mentale. Ottimi nel vino (vin brûlé), sono adatti anche a molte preparazioni culinarie. Un altro noto stimolante è il ginseng, la cui radice ha proprietà defatiganti e viene usata per migliorare le performance fisiche e mentali, con una probabile ricaduta positiva sulle prestazioni amorose. Lo zenzero stimola la circolazione ed è un potente antiossidante. Lo zafferano è un forte vasodilatatore e la vaniglia può avere effetti euforizzanti e agirebbe sul sistema nervoso centrale combattendo l'astenia. L'alcol è la sostanza più comunemente usata per allentare i freni inibitori, favorire la socialità, stimolare il contatto interpersonale. Ma da qui a definire l'alcol un afrodisiaco tout court ce ne passa. Infatti l'azione disinibitoria dà già i suoi frutti dopo una o due unità alcoliche (un cocktail o uno o due bicchieri di vino). Esagerando nell'assunzione si corre il rischio di ottenere l'effetto opposto a quello voluto: il desiderio magari aumenta ma può diventare difficile soddisfarlo.

Seduzione à la carte
Crostacei e frutti di mare dovrebbero essere alla base di una proposta che voglia vantare effetti afrodisiaci. Ostriche, cozze, aragosta, gamberi, caviale, e il pesce in generale sono considerati alleati del desiderio per il loro contenuto in fosforo. Lo zinco, presente nelle ostriche, favorisce la funzionalità di alcuni ormoni, fra cui il testosterone, coinvolto nel desiderio sessuale. Poi c'è il tartufo, che agisce sia a livello olfattivo che metabolico: rallenta la produzione della serotonina, che frena l'eccitazione. Altri alimenti che avrebbero un effetto stimolante sono liquirizia, cetrioli, asparagi, sedano. Per finire, naturalmente, con il cioccolato: la feniletilamina, molecola presente in piccole dosi nel cioccolato, rilascia dopamina, neurotrasmettitore legato alle sensazioni di piacere.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here