Turni di lavoro stressanti e risarcimento del danno

Sentenza n. 9353/2005

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione con la sent. n. 9353/2005 ha respinto il ricorso presentato da un'azienda, stabilendo che, se il lavoratore soffre di depressione causata dalle condizioni stressanti in cui ha prestato la propria attività professionale, egli ha diritto ad essere risarcito dal datore di lavoro.

La motivazione fornita dalla Corte è la seguente: l'obbligo di tutela delle condizioni di lavoro e della salute devono prevalere sia sulla mera osservanza delle condizioni contrattuali, sia sulle esigenze organizzative del datore di lavoro.

Con questa decisione la Corte ha respinto il ricorso presentato da un'azienda, condannandola al risarcimento del danno morale in favore del dipendente.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here