Torna la sfida a colpi di polibibite con il concorso di miscelazione futurista di Cocchi

Nuova chiamata per gli ardimentosi miscelatori d’Italia: torna la sfida a colpi di polibibite con Il Miscelatore Futurista Record Nazionale 2017, la competizione nazionale di miscelazione futurista, della quale si sono aperte le iscrizioni.

Promossa da Giulio Cocchi insieme ad altri marchi storici della liquoristica italiana, quali Alpestre, Campari, Fabbri, Luxardo, Nardini, Pallini, Strega, Tassoni, ai quali quest’anno si è aggiunto anche Vecchia Romagna, il concorso si propone di dare nuovo lustro a un filone della miscelazione italiana, nato negli anni Venti e Trenta del secolo scorso, che ha creato le miscele più originali nella storia dei cocktail sia nella proposta sia nello studio degli abbinamenti, nel tentativo rivoluzionario di stravolgerne le regole, utilizzando quasi esclusivamente prodotti nazionali, in particolare vermouth, grappa e liquori del territorio. Abbinamenti azzardati e provocatori, decorazioni che diventavano parti integranti delle bevande sono i tratti di questo stile che ha concepito le miscele come opere d’arte che dovevano stupire e suscitare commenti in chi le beveva.

Per questa sua seconda edizione, il concorso ha come tema Il futuro del Futurismo, ovvero l’applicazione ai giorni nostri dei canoni della miscelazione futurista. Canoni esposti nel NeoManifesto del miscelatore futurista stilato da Fulvio Piccinino, massimo esperto del tema e che con le sue ricerche ha contribuito alla riscoperta di questo filone, ai quali l’ardimentoso miscelatore dovrà attenersi nella creazione della sua originale polibibita.

Per partecipare al concorso, occorre compilare sul sito dedicato l’apposito form con i propri dati personali, il nome del locale dove si lavora, e la ricetta della polibibita (completa di nome e di foto) con la relativa composizione e preparazione, entro il 22 maggio 2017.

Le dieci migliori ricette, selezionate da una giuria di esperti, prenderanno parte alla finale in programma a Torino il prossimo 26 giugno, dove i loro autori si esibiranno nella preparazione della propria polibibita con una presentazione futurista multisensoriale. Il vincitore si aggiudicherà la Corona di Miscelatore Record Nazionale e un biglietto per partecipare alla London Cocktail Week 2017, dove avrà il compito di portare il verbo futurista nella capitale britannica nel Quisibeve (il bar futurista) allestito per l’occasione.

La ricetta

La ricetta deve contenere massimo 5 ingredienti liquidi, dei quali almeno uno tra i prodotti Cocchi (minimo 3 cl) e gli altri di origine italiana (meglio se delle altre aziende partner del concorso). Sono ammesse decorazioni sia interne sia esterne al bicchiere, utilizzando un massimo di 6 ingredienti: le decorazioni interne dovranno essere edibili, quelle esterne possono non esserlo. È anche ammesso l’uso di un ingrediente “fatto in casa”, sia da decorazione sia nella formula, ma solo se etichettato con la dichiarazione di ingredienti e data di produzione, di origine locale, legato al territorio e alla tradizione italiana.

Secondo lo stile futurista, è proibito l’uso del jigger e del metal pour, ma si possono usare profumi, musica, rumori, luci e oggetti che richiamino il tema della polibibita o il periodo di riferimento.

La valutazione delle ricette avverrà sulla base di: aderenza storica, rispetto delle regole della miscelazione futurista, creatività e originalità della formula, tecnica di esecuzione e conoscenza e valorizzazione dei prodotti Cocchi.

Ulteriori informazioni sull’iscrizione e il regolamento completo sono disponibili su www.cocchi.it/miscelazione-futurista/miscelatorerecord2017/

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here