Tigri per una notte

evento –

In un’antica fortezza austro-ungarica sono tornati gli Anni Ruggenti. Ma solo per qualche notte. Gustatevi la Blind Pig Fortress Night

Li chiamavano Blind Pig o Blind Tiger. Nati nell'America del Proibizionismo (1919-1933) erano parenti stretti, forse un po' più sottotraccia, dei locali segreti conosciuti col nome di speakeasy. Si entrava con una parola d'ordine, le bretelle sotto il gessato, il Borsalino sulle ventitré e, in casi, estremi, con il mitra sottobraccio. Il padrone del bar o del saloon faceva pagare l'ingresso con la scusa di fare assistere a un'attrazione particolare (la tigre, ma anche il maiale cieco) e serviva in cambio un drink alcolico. Ovviamente si trattava di un espediente per aggirare la legge anti alcol. A quelle atmosfere si ispira la Blind Pig Fortress Night, serata a tema in scena al maso Cantanghel, fortezza austro-ungarica risalente alla Prima Guerra Mondiale e oggi culla delle bottiglie del Trento Doc di Cantine Monfort. In un tripudio di pailettes e lustrini, abiti in stile Charleston e musica Dixieland, ospiti e pubblico si sono calati nell'atmosfera da Anni Ruggenti. Al timone del bancone la gang del Tatikakeya e il boss Gian Nicola Libardi. Tra i drink della serata ha fatto furore Lucky Stone, un'interpretazione al profumo di lavanda della Champagne Cocktail. La ricetta completa la trovate nella sezione edicola nostro del nostro sito: numero di aprile di Bargiornale, rubrica Drink Team, scheda a cura di Libardi.
Il cast:
The Blind Pig Gang + the shadow man
Cocktails Tatikakeya: Gian Nicola Libardi, Emanuele Eski Roson, Ylenia Zucchelli
Guest: Adriano Arcoraci
Food: Giorgio Andreatta
Event designer: Martina Coller
Project manager: Italo Maffei
Comunicazione e grafica: Paola Fabbri
Cantine Monfort: Chiara e Federico Simoni

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here