Successione: come deve essere redatto il testamento olografo?

Ecco che cosa dispone il codice civile

Il testamento olografo è disciplinato dall'art. 602 c.c., il quale così recita:



"Il testamento olografo deve essere scritto per intero, datato e sottoscritto di mano del testatore (684).

La sottoscrizione deve essere posta alla fine delle disposizioni. Se anche non è fatta indicando nome e cognome, è tuttavia valida quando designa con certezza la persona del testatore.

La data deve contenere l'indicazione del giorno, mese e anno. La prova della non verità della data è ammessa soltanto quando si tratta di giudicare della capacità del testatore, della priorità di data tra più testamenti o di altra questione da decidersi in base al tempo del testamento".



Da quanto sopra si evince che i requisiti di forma del testametno olografo sono i seguenti:



1) deve essere scritto di proprio pugno dal testatore;

2) deve essere datato, indicando giorno, mese ed anno;

3) deve essere sottoscritto da testatore.



Occorre invece evidenziare che il testamento in esame può essere redatto su qualsiasi tipo di carta.

Inoltre, la persona da beneficare va indicata con precisione e non sono ammesse condizioni impossibili e neppure quelle contro l'ordine pubblico, la morale.




CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here