St-Germain sulla rotta Parigi-Milano

Presentazione a Milano del versatile liquore francese ai fiori di sambuco, nel corso di un movimentato evento di due giorni allo Spazio Bigli, firmato Bacardi-Martini e animato da 40 scatenate barmaid in abiti Belle Epoque.

 

Cornice anni Venti, a mezza strada tra tabarin e bistrò, per l’evento Maison St-Germain che Bacardi-Martini ha organizzato a metà gennaio a Milano per il lancio del liquore francese ai fiori di sambuco St-Germain.

Provenienti da tutta Italia, 40 giovani barmaid hanno rivissuto per due giorni l’atmosfera Belle Epoque. Suddivise in sei squadre contraddistinte ognuna da un colore (verde, blu, viola, giallo, rosso, arancione), si sono cimentate in prove di miscelazione e relativi abbinamenti gastronomici. Grazie a un team di appassionati make-up artist ed hair&fashion stylist, le barmaid hanno rivestito i panni delle demoiselle francesi con tanto di vestiti corti tipo charleston con frange, collane lunghe, paillette e piume di struzzo. Il primo giorno è stato dedicato a un seminario sulle origini e il contesto storico della nascita del liquore St-Germain.

 

Pianta sacra ai Celti

Considerata pianta sacra già ai tempi dei Celti, il sambuco è un arbusto che produce, tra marzo e aprile, fiori di un particolare aroma leggero, fresco, fruttato e coinvolgente dai quali, in molti paesi alpini, si ricavano sciroppi e liquori con particolari proprietà antiinfiammatorie. Messo a punto in Francia nel 2007 da Robert Cooper sulla base di antiche ricette, St-Germain è un liquore artigianale ricavato ogni anno esclusivamente dai fiori freschi (millesimato), presenta in particolare un grado alcolico limitato (solo 20°) ed è confezionato in un’originale bottiglia in vetro chiaro a pianta ottogonale di disegno liberty. Grazie alle sue caratteristiche, ha riscosso subito un notevole successo da parte della critica internazionale, facendo larga incetta di premi, tanto che nel 2013 è stato acquisito dal gruppo Bacardi-Martini.

Al momento culturale è subentrato quello ludico con una caccia al tesoro per le vie di Milano in abiti d’epoca in sella a velocipedi, alla scoperta di angoli cittadini che si richiamano alla comune storia franco-milanese, dalla dominazione francese del Ducato di Milano di inizio Cinquecento a quella napoleonica di inizio Ottocento.

 

Music & shake

Il secondo giorno invece è stato dedicato alla miscelazione professionale, all’insegna della sperimentazione e della creatività. Bacardi-Martini infatti ha messo a disposizione una originale bancarella carica di prodotti, spezie e frutta tra quelli più indicati a essere utilizzati insieme con St-Germain. Dopo lunghe e meditate sperimentazioni, ogni squadra ha messo a punto 12 originali ricette, tra pre dinner e after dinner a base di St-Germain, con altrettanti abbinamenti appetizer. Gli elaborati sono stati quindi sottoposti la sera stessa al giudizio di una giuria tecnica e del pubblico di appassionati di settore invitati a uno scatenato party (ballo e musica) allo Spazio Bigli, nel cuore della vecchia Milano. Suddivisi a rotazione tra miscelatrici e promoter, capitanati da una barmaid estratta a sorte, ogni team invitava all’ingresso i partecipanti ad assaggiare i rispettivi elaborati e, in caso di giudizio positivo, a dare il proprio consenso deponendo un fiore di sambuco essiccato in un’urna posta sui rispettivi banchi bar, con un massimo di tre approvazioni da registrare su un apposito tesserino. Di seguito pubblichiamo i risultati della serata.  http://www.bacardimartinigrandclub.com/tendenze-aperitivo-st-germain-hugo-2/

 

 

PREMIO GIURIA TECNICA

 

Categoria Pre Dinner

Team Viola capitanato da Eleonora Biason (Crowne Plaza Hotel, Verona)

 

Fleur Fatale

 

Ingredienti

4 cl St-Germain Liqueur

2 cl Bombay Sapphire London Dry Gin

2 cl Martini Extra Dry

4 dash Orange Bitters

top ginger ale

 

Servizio

Shaker, versare in tumbler alto con ghiaccio, aggiungere ginger ale, decorare con rondelle di lime e petali di fiori commestibili. Abbinamento con mini pan brioche farciti.

 

 

Categoria After Dinner

Team Giallo capitanato da Irene Falcone (Bar Martini Dolce & Gabbana, Milano) nella foto

 

Je suis la France

 

Ingredienti

2,5 cl Baron Otard Cognac

3 cl St-Germain Liqueur

4 gocce Peychaud’s Bitters

 

Servizio

Tecnica stirred & strain, versare in calice, decorare con scorza di arancia. Abbinare con tartine farcite con speck d’anatra, confettura d’oignon (cipolla), arancia nature con emulsione di olio alle noci, aceto, sale e pepe.

 

PREMIO DEL PUBBLICO

 

Team Arancione, capitanata da Vanessa Vialardi (Soho 23, Torino) con il cocktail pre dinner

Parigino

 

Ingredienti

4 cl St-Germain Liqueur

2 cl Martini Gran Lusso

2 cl Martini Bitter

 

Servizio

Shaker, versare in tumbler basso, decorare con twist di limone. Abbinare con mini tartine farcite con petto d’anatra, composta di cipolle e trancetto di arancia.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here