Giannola Nonino premiata con la Medaglia Walter Scheel 2018

Nonino

Importante riconoscimento per Giannola Nonino e le Distillerie Nonino. La signora della grappa, che alla guida della sua azienda ha dato un contributo fondamentale a portare il distillato italiano per eccellenza nell’Olimpo degli spirit, è stata insignita della Medaglia Walter Scheel 2018 per la Cultura del piacere e lo stile di vita.

Il premio, istituito nel 2014 e che porta il nome di Walter Scheel, quarto Presidente della Repubblica Federale Tedesca, viene assegnato annualmente alle personalità che si sono distinte per l’attenzione verso la cultura del gusto europeo e hanno fornito un contributo straordinario nel senso di “restare uniti” nello spirito dell’opera di unificazione dell’Europa.

Un premio che dunque vuole sottolineare come i prodotti enogastronomici rappresentino un pezzo fondamentale della cultura europea, sia per la loro eccelsa qualità sia per la capacità di creare momenti di incontro e tenere insieme le persone, pur nella loro diversità. Unione nella diversità che ha sempre rappresentato lo spirito informatore del progetto di unione dell’Europa nel pensiero e nell’azione politica di Scheel.

Da destra: Giannola Nonino, Antony Bernard e Antonella Nonino

Insieme a Giannola e alla famiglia Nonino, simbolo dell’arte della distillazione della grappa e nella tradizione della distillazione europea, l’onorificenza è stata assegnato quest’anno anche a José Gomez, proprietario di Joselito, uno dei migliori prosciutti del mondo, a Bernard Antony, maître affineur e selezionatore di formaggi, e alla famiglia Gillardeau, uno dei uno dei marchi più importanti nell’ostricoltura francese.

La cerimonia di consegna si è svolta nell’elegante cornice del Grandhotel Schloss Bensberg, nel castello di Bensberg, nei pressi di Colonia, durante la cena con menu creato dallo chef pluristellato Joachim Wissler.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome