Spazi in movimento

Effetti speciali –

Tavolini e pavimenti che cambiano quando si calpestano o si toccano, perfetti per dare all’ambiente una connotazione giocosa

Gioco, spettacolarizzazione, interattività sono elementi sempre più ricercati nel mondo dei locali serali, che fondano il proprio successo (anche) nella capacità di “regalare esperienze” ai propri clienti, meglio se insolite e divertenti. La risposta progettuale a queste esigenze è di inventarsi soluzioni capaci di movimentare gli spazi, creando ambienti e atmosfere che cambiano nel corso della giornata. O addirittura, di momento in momento: è questo, per esempio, il caso delle B-surfaces, “piastrelle interattive” inventate dall'azienda varesina B.lab Italia che hanno conquistato spazi pubblici in tutto il mondo: dai musei agli asili nido, passando per tantissimi locali, diurni e serali. In pratica sono sottilissimi cuscinetti, incollabili su qualunque superficie, con all'interno un liquido bicolore che cambia forma e disegno ogni volta che viene toccato o calpestato. «Noi li chiamiamo tappeti liquidi o superfici emozionali - racconta Gianfranco Barban, socio di B.lab Italia e inventore delle B-surfaces -. Negli Stati Uniti ce li hanno chiesti tantissimi locali, mentre in Italia si possono vedere al Fluid di Roma. Le applicazioni più spettacolari sono quelle su fondo trasparente retroilluminato, sia sui banchi bar che sui pavimenti». Le B-surfaces offrono tantissime possibilità di creare situazioni giocose o divertenti: dal pavimento che lascia l'impronta di chi passa (che poi scompare entro pochi secondi), al tavolino che nasconde una scritta (come nel caso della nuova applicazione Metal, fatta di alluminio, che si carica elettrostaticamente al contatto), alla parete su cui disegnare (che torna “pulita” dopo poco). Basta aver voglia di giocare, dicono a B.lab. Loro ce l'hanno. Sarà per questo che si sono inventati anche i calciobalilla più glamour del mondo (www.teckell.com)? A.M.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here