Profumi e design, il gin si rinnova

News alcolici –

Negli ultimi anni il mondo dei distillati aromatizzati al ginepro ha vissuto un grande fermento, con etichette e iniziative che lo hanno rilanciato. Ecco le più recenti novità arrivate sul mercato

Lanciato sul mercato nel Duemila, il premium gin Tanqueray N°Ten è riuscito a scuotere il mercato dei distillati bianchi che stava diventando terreno di conquista di rum e vodka. Per la prima volta infatti i master blender della Diageo utilizzavano erbe, radici e spezie (botanicals) diverse da quelle comunemente utilizzate nei tradizionali London Dry Gin, per di più ingredienti freschi e non essiccati come bucce di lime, arance e pompelmi selezionati e tagliati a mano. Così si riduceva anche la componente aromatica secca data dalle bacche di ginepro. Un’altro fattore di successo è stato l’originale disegno luxury della bottiglia, facilmente distinguibile sullo scaffale del bar. Una proposta che ha dato vita a una vera e propria “scuola” basata su profili organolettici più freschi ed eleganti, con minor impatto alcolico, con l’introduzione sul mercato di una serie di altri prodotti dalle più diverse aromatizzazioni. Di seguito vi presentiamo le più recenti novità, in termini di etichette o di packaging, arrivate di recente in Italia...

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here