Premio Aurum al Vittoriale degli Italiani

Eventi –

Fotografia, Cinema e Letteratura sono le tre Sezioni del Premio Aurum 2013 consegnato a Gardone Riviera da Illva Saronno, Comune di Pescara, Aurum Fabbrica delle Idee.

Seconda edizione per il Premio Aurum nato dalla collaborazione tra Illva Saronno, il Comune di Pescara, Aurum La Fabbrica delle Idee e promosso dall'Associazione culturale San Benedetto di Villa Oliveti di Rosciano (Pescara). La consegna dei riconoscimenti (Sezioni Fotografia, Letteratura e Cinema) è avvenuta di recente nel corso di una manifestazione tenuta nel salone Auditorium del Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera (Brescia), ultima dimora di Gabriele d'Annunzio, eclettico poeta e scrittore di Pescara, autore del marchio Aurum e di cui quest'anno decorre il 150° anniversario della nascita.

Curato da Silvia Mazzotta, il Premio Aurum 2013 della Sezione Fotografia è andato al gruppo Metamorphoseon composto da Beatrice Di Croce, Federica Nico e Enzo Francesco Testa sul tema “Femminilità e Natura”, rilettura originale delle pagine dannunziane del romanzo “Il Piacere”. Il materiale fotografico sarà utilizzato per realizzare il calendario Aurum Illva Saronno 150 anni. Una Menzione Speciale “L'Abruzzo dietro le quinte” è stata conferita a Giada Ciarcelluti per il progetto Dr. Sketchy's nei Salotti Dannunziani. La giuria era formata dagli operatori di settore Giovanni Tavano (presidente), Sergio Camplone, Luciano D'Angelo, Adriana Gandolfi, Stefano Schirato.

Le foto vincitrici sono esposte fino a fine mese nei locali di “Aurum La Fabbrica delle Idee”, sede dal 2007 dell'omonimo ente culturale pubblico, ricavata in uno storico edificio di 10mila mq, a pianta a ferro di cavallo, dall'inconfondibile entrata a doppio loggiato rinascimentale che ha ospitato (dal 1919 agli anni Settanta) la fabbrica del liquore Aurum, nella scenografica cornice della Pineta di Pescara. Creato nel 1921 da Amedeo Pomilio utilizzando una tradizionale ricetta di origine romana, il liquore Aurum (40° alc) è stato così battezzato dall'amico e conterraneo Gabriele d'Annunzio ed è un liquore a base di brandy invecchiato in botti di rovere miscelato con distillato di arancia. Negli anni Settanta il marchio Aurum è stato rilevato da Illva Saronno che ne ha spostato la produzione nello stabilimento lombardo, mantenendone le caratteristiche di prodotto di alta qualità e immagine.
Per la Sezione Cinema il riconoscimento è andato al maestro Renzo Rossellini, regista, produttore e distributore cinematografico di tanti film di successo italiani e stranieri.
Per la Sezione Letteratura è stato insignito Giordano Bruno Guerri, autore di molti saggi su Gabriele d'Annunzio (ultimo “La mia vita carnale. Amori e passioni di Gabriele d'Annunzio”, Mondadori 2013) oltre che presidente della Fondazione Vittoriale degli Italiani. Il Vittoriale degli Italiani è un grande complesso composto da edifici, piazze e teatro all'aperto, immerso in un grande parco di circa nove ettari, sulla riva occidentale del lago di Garda, fastosa residenza di Gabriele d'Annunzio dove il poeta ha trascorso i suoi ultimi 17 anni di vita e attività. Grazie alla gestione manageriale di Giordano Bruno Guerri, il Vittoriale degli Italiani ha moltiplicato negli ultimi anni il numero dei visitatori e degli incassi, anche grazie anche al successo delle opere teatrali e agli spettacoli musicali e di balletto allestiti durante la bella stagione nel grande anfiteatro all'aperto, costruito sullo schema greco di Taormina.

Ai vincitori è stata consegnata in premio da Paolo Dalla Mora (global communication director Illva Saronno) e da Arianna Di Tomasso (ideatrice e direttore artistico del Premio Aurum) una riproduzione in maiolica bianca decorata della tradizionale bottiglia Aurum (nella foto), opera delle rinomate Ceramiche Artistiche Saca di Isola del Gran Sasso (Teramo). Da citare l'elegante vestito in chiffon rosso scarlatto indossato da Arianna Di Tomasso, creato dalla giovane stilista pescarese Doriana Roio ispirato al romanzo dannunziano Il Fuoco.
Molto ricco il parterre delle autorità: il sindaco di Pescara, Luigi Albore Mascia; il prefetto di Pescara, Vincenzo D'Antuono; il prefetto di Brescia, Livia Narcisa Brassesco Pace; il sindaco di Gardone Riviera, Andrea Cipani.

Durante la manifestazione è stato proiettato il video (produzione Effe di Francesca Ferretti) girato sul porto di Pescara in un tipico trabocco per la pesca a bilanciere, in cui il giovane barchef Domenico Sorrentino (SoulFud, Alessandria) ha presentato una ricetta speciale tutta made in Abruzzo: Tartare di alici con Aurum, pecorino di Farindola e zafferano. L'evento è stato concluso con la preparazione di uno speciale cocktail creato per l'occasione, firmato sempre da Domenico Sorrentino, di cui riportiamo la ricetta.

Il Vate
Ingredienti

6 cl Aurum

6 cl vermouth bianco

6 cl succo di ananas

4 gocce di Rabarbaro Zucca
soda.

Preparazione

Versare gli ingredienti in un tumbler alto con ghiaccio, colmare con soda e guarnire con scorza d'arancia.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here