Pilsner Urquell cruda a Expo Milano

In occasione di Expo Milano 2015 è stata importata per la prima volta la versione cruda non pastorizzata di birra Pilsner Urquell. Trasportata in celle refrigerate da Pilsen (Repubblica Ceka), è scaricata in appositi tank da 500 litri per l’impianto di spillatura. Disponibile in forma stabile al Cheers Pub di Milano, con debutto in occasione di Milano Beeer Week.

 

Due appuntamenti speciali hanno convinto i dirigenti di Pilsner Urquell (gruppo Sab-Miller, distribuita dalla filiale italiana Birra Peroni) a spedire in Italia in appositi tank beer la famosa specialità ceka in versione non pastorizzata (cruda). La prima destinazione prestigiosa è il padiglione della Repubblica Ceka a Expo Milano 2015 (aperto fino al 31 ottobre), tra i primi ad essere allestito e ultimato, che si affaccia sul viale centrale con una grande piscina sormontata da un grande statua a forma di uccello planante. Ai suoi bordi sorge la zona snack bar, al pianterreno del padiglione c’è la zona self service, al secondo piano il ristorante La Baita del Cacciatore, con altrettanti impianti di spillatura tankovna Pilsner Urquell (nella foto quello installato al ristorante).

«La birra Pilsner Urquell spillata dai tank beer da 500 litri - precisa Petr Dvorak, Pilsner Urquell Global Brand manager - è la stessa birra cruda non pastorizzata che si può bere nelle cantine del birrificio di Pilsen (o Plzen), a un centinaio di chilometri a ovest di Praga, fin dal 1842. La birra è trasportata in pochissimo tempo da Pilsen a Milano (780 km circa) in cisterne refrigerate che vanno a rifornire periodicamente i tank beer fissi da 500 litri. Questo speciale trasporto e la non pastorizzazione esaltano, nel boccale, quelle che sono le caratteristiche inconfondibili del prodotto: l’amaro del pregiato luppolo Saaz e la dolcezza delicata del malto moravo, esaltate dalla maturazione in grandi botti di legno nei nove chilometri di cantine sottostanti la città di Pilsen. Gli ingredienti di Pilsner Urquell, a cominciare dall’acqua purissima del grande lago sotterraneo di Plzen, rappresentano alcune eccellenze della Repubblica Ceka e fanno sì che questa birra, insieme a pochissime altre, possa chiamarsi “České pivo” (birra ceca), rientrare nella lista dei prodotti alimentari tutelati dal marchio UE e vantare il titolo equivalente all’Igp in Italia».
«Nel padiglione della Repubblica Ceca a Expo 2015 - sottolinea Luca Beretta, direttore Business Unit di Pilsner Urquell in Italia - potete scoprire i tanti aspetti della storica birra che ha dato origine a tutte le chiare leggere e dissetanti a bassa fermentazione e che, nella versione non pastorizzata, risulta avere un sapore ancora più ricco, pieno e corposo, senza aggiunta di Co2 e quindi più beverina, mantenendo i 4,4° alcolici. Oltre a godere una Pilsner Urquell in boccale spillata alla perfezione, è possibile trovarla abbinata con varie specialità della cucina ceca: zuppe di patate e cereali, roast beef di cervo, carne in umido di capriolo e cervo, formaggio fritto, gnocchi dolci. Visto il consenso raccolto da migliaia di visitatori, abbiamo valutato la possibilità di estendere il rifornimento e il servizio di birra cruda in forma permanente e puntuale, a cominciare dal Cheers Pub di Milano».

 

Debutto al Cheers per Milano Beer Week

Expo Milano 2015 non è infatti l’unico indirizzo per gustare una Pilsner Urquell cruda. In occasione della seconda edizione di Milano Beer Week (organizzata da Maurizio Maestrelli con il patrocinio di Assobirra e Unionbirrai, www.milanobeerweek.it), il Cheers Pub di via Casoretto 8 (zona Loreto-Città Studi), in virtù dell’ottimo servizio e di importanti consumi birrari alla spina, è stato scelto come primo locale italiano per installare in modo stabile (con il serbatoio in vista nella vetrina stradale) un impianto di spillatura per birra cruda Pilsner Urquell. Gestito dai dinamici Franco e Sonia, il Cheers Pub è aperto 7 giorni su sette (h. 12-15, 18-02) e propone la pinta a 4 euro, i cocktail a 5 euro, con un ricco buffet di sfiziosità gastronomiche per l’happy hour (h.18-21), oltre a panini, piadine e hambuger vari a tutte le ore (cheerspub.it). Alla serata inaugurale erano presenti, tra gli altri, Luca Beretta, direttore BU di Pilsner Urquell in Italia; Pulcherio Scutti, campione del mondo di spillatura Master Bartender Competition e gestore de La Quercia (Termoli, Cb); Robert Lobovsky, beer master Pilsner Urquell.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here