Nasce la disco Champagne

Locali –

A Mantova debutta Dandy Club, evoluzione sofisticata della vecchia discoteca. Un locale dedicato agli over 30

La discoteca? Non può essere solo un divertimento da... ragazzini. Con quest’idea in testa Daniel Marchetti, dj che ha calcato le consolle di molti dei più importanti club italiani, ha dato vita a Mantova al Dandy Club, inaugurato a fine 2010. Una discoteca nata con l’ambizione di innovare un panorama piuttosto statico, fatto in prevalenza da locali di grandi dimensioni che hanno nei giovani e giovanissimi il loro pubblico di elezione. L’obiettivo del nuovo Dandy Club, strategicamente posto all’uscita dell’autostrada di Mantova Sud (Verona e Modena non sono lontane), è di catturare un pubblico più maturo, fatto di 30-35 enni e oltre con buona disponibilità di spesa. Offrendo loro, due sere alla settimana (il venerdì e il sabato) un ambiente raffinato, una musica non sparata, un servizio particolarmente curato e... tanto Champagne. Il tutto in un contenitore di dimensioni non paragonabili a quelli delle grandi discoteche, dal momento che la capienza massima del locale si aggira sulle 500 persone.

Un locale dalla doppia anima

«Abbiamo creato un locale diviso in due ambienti - spiega Marchetti -, separati tra loro da una barriera sonora, fortemente distinti uno dall’altro. All’ingresso abbiamo la champagneria, un ambiente in stile baroccheggiante dove proponiamo una carta molto più simile a quella di un wine bar che a quella di una discoteca. Qui ci si può sedere per gustare il proprio Champagne preferito, con un servizio al tavolo molto curato. La musica resta di sottofondo, a un volume tale da non impedire la conversazione. Oltre la parete c’è la sala da ballo vera e propria, dove il look è minimalista. Qui dominano il ferro e il cemento e l’ambiente è improntato a un’eleganza ricercata, sui toni del verde e dello Champagne. Gli impianti audio e luci sono incassati nella struttura. E nemmeno il volume della musica è particolarmente invasivo. «Paradossalmente - spiega Marchetti - la musica non è l’aspetto più importante del locale. L’ambiente e la cura del servizio vengono sicuramente prima. Proponiamo una colonna sonora orecchiabile e piacevole, a un volume tutt’altro che assordante. Alla consolle chiamiamo di volta in volta i nomi più conosciuti sulla scena nazionale, come Gianni Morri del Pineta di Milano Marittima o Graziano della Nebbia dello Zangola di Madonna di Campiglio. In più, di tanto in tanto proponiamo qualche serata speciale, come abbiamo fatto per Capodanno con Daniele Carta Mantiglia, protagonista del musical Giulietta e Romeo».
Distinguersi dal panorama delle discoteche è l’imperativo che guida le scelte di Marchetti, che ha tra l’altro aperto in una piazza dove la concorrenza non manca (Bambù, Mascara, Moxa Club). «Per l’8 marzo, per esempio - racconta - siamo stata l’unica discoteca della zona a non proporre la serata dedicata allo spogliarello maschile. Una scelta che ha pagato, visto che abbiamo riempito il locale fino all’ultimo posto disponibile».
Il nome del locale, secondo Marchetti, è una sorta di manifesto di cosa questo posto vuole essere: «Un club improntato sulla cura del bello, dell’apparire, del mettersi in mostra». La champagneria è certamente l’elemento di maggior distinzione rispetto alle più classiche discoteche.

La cura nel servizio

«Quello che ci rende unici - spiega Marchetti - è l’ampiezza della carta e un servizio davvero personalizzato. Offriamo solo bollicine francesi. Abbiamo scelto di non legarci a un singola marca per lasciare al nostro cliente la libertà di scegliere, pur non disdegnando operazioni specifiche con singoli produttori. Il risultato è una carta molto ampia, composta da 70-80 etichette, all’interno della quale convivono sia i marchi più celebrati sia alcune case frutto di una nostra ricerca, tutti presenti con prodotti piuttosto ricercati. Abbiamo diverse riserve, accanto a Blanc de Blancs, cuvée speciali e limited edition. E non manca una interessante selezione di rosé. I prezzi per le bottiglie vanno dai 150 a 700 euro». La presenza di un’offerta particolarmente ricercata e originale ha fatto sì che si sia sviluppata, in modo informale e spontaneo, anche una interessante richiesta di acquisto di bottiglie per l’asporto: «Diversi clienti ci chiedono di poter acquistare delle particolari bottiglie da consumare a casa propria» spiega Marchetti. La mescita assume un ruolo di grande rilevanza: «Anche in questo caso abbiamo voluto strutturare un’offerta importante: proponiamo una media di 10-15 Champagne al calice, compresi diversi rosè, a prezzi che variano dai 10 ai 30 euro». Ogni volta che viene servito uno Champagne, il vino viene accompagnato con una piccola selezione di cioccolatini in degustazione frutto di un accordo con la vicina pasticceria Antoniazzi, che a Mantova è un’istituzione conosciuta e riconosciuta per la qualità.
Lo spazio champagneria offre una sessantina di posti a sedere distribuiti su diversi tavolini, adatti ad accogliere sia le coppie sia i piccoli gruppi di amici. «La cura del servizio non è solo uno slogan - spiega Marchetti -. Siamo infatti tra i pochi ad aver previsto un cameriere dedicato per ogni tavolo». In tutto lo staff del Dandy Club si compone di ben 35 persone, di cui 17 in sala.
Anche per il bar nella sala principale la parola d’ordine è: servizio curato. «I cocktail, per esempio, sono proposti con diverse possibili marche di spirit e serviti in bicchieri ricercati. È un modo per favorire il dialogo tra il cliente e il barman e per dare valore al servizio».
Una strategia che paga? «In questi primi mesi di apertura - spiega Marchetti - abbiamo avuto una media di oltre 400 presenze a sera. Come tutti i prodotti di rottura, solo il tempo potrà dirci se il successo sarà duraturo».

Attenzione ai dettagli

Tra i servizi messi a punto dal Dandy Club per i propri clienti, non manca l’attenzione all’aspetto della mobilità. Per chi non vuole avere brutte sorprese all’uscita del locale, è previsto un servizio di Vip Parking, vale a dire un ampio parcheggio custodito con un numero di telefono dedicato per le prenotazioni. Chi invece preferisce lasciare la macchina in garage può usufruire di un servizio taxi da e per il centro di Mantova al costo di 5 euro a persona. 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here