Marketing porta a porta per il Barolo

Iniziative –

Quando un’azienda vinicola sta ridefinendo la sua comunicazione sui media tradizionali, l’unico modo per farsi pubblicità è organizzare tour enogastronomici nei locali

Siete a capo dell'ufficio marketing di una grande e storica azienda vinicola. Per sei mesi, però, a causa della ridefinizione della campagna di comunicazione, vi trovate nell'impossibilità di informare, almeno attraverso i canali tradizionali, i vostri clienti sui nuovi prodotti che state mettendo sul mercato. A questo punto, dovete inventare qualche evento di promozione dei vini che produce la maison per cui lavorate, allestendo incontri enogastronomici.

Un esempio arriva da Fontanafredda, nota casa vinicola piemontese, che ha cantine storiche e uffici direzionali in quel di Serralunga d'Alba, nel cuore della zona di produzione del Barolo. Spiega Roberto Filippelli, responsabile marketing: «In attesa di rinnovare la pianificazione sui media, abbiamo pensato a iniziative che ruotassero intorno alla visibilità dei nostri prodotti, mirata soprattutto ai ristoratori e, in parte, anche ai consumatori finali».

Sono nati, così, il “Barolo tour” e “I salotti della Contessa”, progetti di comunicazione d'impresa “porta a porta”. Spiega Filippelli: «Per il Barolo tour abbiamo creato la “Riserva 2000 Barolo”, un blend dei nostri cru più importanti, La Rosa, Lazzarito e La Villa. Cinquemila bottiglie di un prodotto speciale, riservato a clienti speciali, il cui ruolo è fare da ambasciatore alla fascia più alta e di pregio della nostra gamma.

Il pubblico di riferimento per queste presentazioni è costituito dai ristoratori, per illustrare il nostro top di produzione in vista di una nuova campagna di comunicazione». Al centro dei Salotti della contessa c'è l'Alta Langa Contessa Rosa, il brut ottenuto solo da uve pinot nero e chardonnay, coltivate sulle collina piemontesi tra Astigiano, Alessandrino e Cuneese, a quote superiori ai 350 metri. Per queste “bollicine”, Fontanafredda ha studiato dei veri “happy hour” in wine bar o enoteche nella zona di produzione dell'Alta Langa, tra le province di Asti, Alessandria e Cuneo.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here