Luxardo firma specialità “tutte le ore” e rinverdisce i classici

David Colombo con un mix leggero ed equilibrato a base di agrumi e Maraschino Luxardo conquista la finale di Bangkok. In degustazione i sempreverdi della mixability internazionale

La seconda settimana di gare della Barfestival Cocktail Competition si è aperta con un'intrigante selezione di long drink in perfetto equilibrio tra agro e dolce, di tenore alcolico moderato, spesso con frutta fresca e, in pochi casi (riusciti), anche con spezie. Alla Bar University di Milano, nella giornata dedicata alle sfide con Maraschino Luxardo, sono sfilati professionisti provenienti da ogni angolo del Bel Paese, da Cortina d'Ampezzo passando per Jesolo, Teramo e Potenza. I 25 concorrenti selezionati per la sfida Luxardo sono stati giudicati da un panel di assaggiatori dell'Associazione Italiana Sommelier. Ha sbaragliato la concorrenza David Colombo del Toi Même di Monza con No Way ( “non c'è storia”), un mix “tutte le ore” preparato nel boston con due once di Pago Lemon Lime, un'oncia di Pago Pompelmo Rosa, 1,25 oz di Maraschino Luxardo e completato con gocce di Angostura e Ginger Ale. Il primo classificato si è aggiudicato il viaggio per la finalissima di Bangkok (23-27 novembre) dove, insieme agli altri vincitori delle nostre semifinali, sarà ospite del cinque stelle Sheraton con vista sul fiume Chao Praya. Alle spalle di Colombo si sono qualificati Carmine Ferraro del Leading Hotel Villa La Massa di Firenze e Gionata Repetti del Nipe Alternative Pub di Piacenza, che hanno guadagnato la partecipazione ai master di Bar University, rispettivamente in “Bar mixology e gestione magazzino” e in “Bar trend and promotion”. La giornata si è conclusa con la degustazione di grandi classici della cocktailerie preparati con Maraschino Luxardo e Sangue Morlacco. Parliamo di best seller come Daiquiri, Mary Pickford, Singapore Sling, Hemingway Special e di un sempreverde come l'Aviation Cocktail, drink con Maraschino e gin creato nel 1916 durante la Prima Guerra Mondiale, in onore degli intrepidi piloti inglesi.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here