Locazioni di immobili e sfratto

Che cosa si intende per “termine di grazie”?

L'inquilino convenuto in Tribunale in una procedura di sfratto, presentandosi all'udienza può richiedere al Giudice la concessione dell cosiddetto "termine di grazia" (solo per le locazioni abitative, non per quelle commerciali), ovvero un periodo entro cui poter pagare, saldando in questo modo la sua morosità.

Il Giudice è libero di concedere anche tre o quattro mesi di tempo.

Questo termine, quindi, permette all'inquilino di restare in casa del proprietario per un ulteriore periodo di tempo a spese esclusive del padrone di casa (che potrà comunque in futuro rivalersi).

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here