La via nuova dell’espresso

Strategie –

Innovazione, servizio e un brand riconosciuto a livello internazionale: i punti cardine di Lavazza per rilanciare i consumi nel fuori casa. Ne parliamo con Giampaolo Arpe, direttore Away from Home Business Emea

Per il 2011 abbiamo un ampio portafoglio di novità - annuncia con orgoglio a Bargiornale Giampaolo Arpe, direttore Away from Home Business Emea di Lavazza -. Così, per il consumo estivo, abbiamo appena lanciato Gelo Espresso, l’autentico caffè freddo all’italiana reinterpretato da Lavazza. Questo prodotto va ad affiancarsi a Cremespresso, una fresca crema di espresso che ha già riscosso un grande successo la scorsa estate. Abbiamo inoltre ampliato la gamma delle cialde Blue sia con Vigoroso, una miscela corposa dal gusto deciso, e con la linea Very B, due miscele estremamente pregiate».
E non finisce qui. L’annuncio delle novità anticipa di poco la notizia che dal 2011 Lavazza sarà per tre anni il caffè ufficiale del torneo di tennis di Wimbledon. Come a dire che in casa Lavazza l’innovazione va braccetto con l’internazionalizzazione del brand. L’accordo con l’organizzazione prevede infatti la distribuzione di caffè Lavazza presso i 60 punti di servizio dell’Aeltc (All England Lawn Tennis and Croquet Club). Nei ristoranti, nei bar e nei punti caffè previsti nel circuito del torneo, Lavazza offrirà prodotti e ricette in grado di soddisfare i gusti dei 500mila appassionati di tennis che si ritrovano ogni anno a Wimbledon.
Nel corso degli anni Lavazza ha sponsorizzato prestigiosi eventi di portata internazionale, come la Fifa World Cup 1998 e la London Fashion Week, un progetto di partnership che dura da ben 16 stagioni. In Italia Lavazza sponsorizza le celebrazioni iniziate il 17 marzo per il centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia.
Qual è il risultato di cui va maggiormente fiero?

Sicuramente l’internazionalizzazione
del brand Lavazza nel fuori casa,
un lavoro che ho iniziato personalmente già da quando lavoravo nell’export. Abbiamo più di 100.000 clienti nel mondo e siamo riusciti a trasformare l’espresso da un bene di nicchia a un prodotto
di tendenza tipico del Made in Italy. Con una presenza in oltre 90 Paesi, Lavazza ricopre così il ruolo di ambasciatore dell’espresso italiano nel mondo.

Vuole fare un bilancio della collaborazione con Ferran Adrià. Cosa ha in mente per il futuro?
La collaborazione con Adrià è un successo iniziato nel 2002 e che continua ancora oggi. Ferran è senza dubbio un innovatore:
il confronto tra lui e il nostro Training Center ha dato alla luce più di 10 prodotti a base di caffè che hanno segnato
la storia del coffee design. Il caffè,
grazie a questa unione di successo,
si è trasformato in liquido, solido, caldo, freddo, spuma, uovo. Si è partiti da “èspesso”, il primo caffè solido della storia, per arrivare a “coffee sphere”,
una sfera di caffè che si scioglie
a contatto con la lingua. Ma Ferran Adrià non è l’unico chef con cui abbiamo collaborato. Insieme a Davide Oldani abbiamo ideato “l’espoon”, un cucchiaino forato che non disgrega la crema mantenendo inalterate le qualità organolettiche del caffè; Antonino Cannavacciuolo è un prestigioso cliente Lavazza e tra le altre cose ha partecipato alla nostra campagna Top Gastronomy insieme proprio ad Adrià. Insomma, abbiamo collaborato, e continueremo
a farlo, con i migliori chef per offrire ai nostri clienti modi nuovi di gustare il caffè.

Parliamo di formazione. Ci vuole dare i numeri del Training Center?

I nostri valori distintivi sono la qualità e l’innovazione, nel rispetto della tradizione.
Per questo abbiamo creato il Lavazza Training Center Network, il centro di formazione e diffusione della cultura dell’espresso italiano nel mondo. Si tratta di una rete internazionale di 43 laboratori del caffè sparsi in tutti e cinque i continenti. Circa 30.000 persone l’anno - clienti, forza vendita, giornalisti - possono essere formate
sulle modalità di preparazione di un ottimo espresso, ma anche approfondire tutto quanto riguarda, in senso più ampio, il mondo del caffè. E l’impegno di Lavazza
nel mondo dell’innovazione non si ferma qui: a ottobre 2010 è stato inaugurato
a Torino l’Innovation Center Lavazza, una palazzina di tre piani interamente dedicata alla sperimentazione e che racchiude le funzioni di Ricerca e Sviluppo, Design
e Ingegneria di Macchine e Sistemi, e, appunto, il Training Center.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here