Il vicino, orizzonte amico

News Network –

Preziose alleanze a vantaggio di clienti e territorio

Daniele Visconti dell'omonima trattoria di Ambivere (Bg) e Mario Cornali, patron del ristorante Collina (Almenno S. Bartolomeo, Bg) hanno dato vita all'insolita iniziativa Orizzonti Vicini. Ognuno dei due locali ha istituito un menu “Orizzonti Vicini”, incentrato su materie prime legate al territorio e proposto a 40 euro, comprensivo di acqua, vino e caffè. Fino al 30 giugno il cliente che sceglie questo menu ha diritto a consumare nell'altro locale il menu “Orizzonti vicini” (stesso nome, ma con piatti differenti) a metà prezzo. Una promozione che già nei primi giorni dal lancio ha dato ottimi risultati e si inserisce allo spirito di SlowCooking, cui i due ristoratori aderiscono. Si tratta di un'associazione senza scopi di lucro nata nel 2004 fra undici ristoratori valtellinesi, legati da amicizia e intenti comuni. «Il nostro intento - spiega Luca Grigis, titolare del Sale e Pepe di Sondrio e segretario di SlowCooking - è valorizzare lo spirito territoriale e la stagionalità dei prodotti. Siamo ristoratori che condividono il medesimo modello di gastronomia, l'importanza di usare materie prime di pregio, l'amore per il territorio; conosciamo gli artigiani del posto, le loro piccole produzioni e senza puntare al prezzo più basso, abbiamo consolidato una rete di fornitori che contribuiscono alla qualità dei nostri menu». Un intento ben dettagliato sul sito (slowcooking.org), che sta diventando realtà. Continua Grigis: «Oltre ad usare il più possibile i prodotti del territorio, il nostro intento è anche essere solidali: ci incontriamo settimanalmente e ci sentiamo al telefono ogni giorno, anche solo per mettere a punto una ricetta. E l'associato, identificato dal nostro logo, deve essere il patron del ristorante, perché lui solo può garantire l'osservanza dei principi di SlowCooking». Un ideale che sta trovando sponda anche in Trentino, Veneto e Piemonte, regioni da cui sono arrivate nuove richieste di associazione.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here