Il tè delle cinque rivisto e corretto

Catene –

Una lista di bevande create dai propri mixologist e vendute anche nei negozi alla base del successo. Oltre alla filosofia dell’assaggio gratis

Prende il nome dalla nave di Giasone e gli Argonauti, della mitologia greca; Argo è una catena di “Tea café” che molti hanno già ribattezzato la Starbucks del tè. Ha debuttato al Lincoln Park di Chicago dieci anni fa, proprio di fronte a un affollato Starbucks. Tre i partner: Arsen Avakian, Simon Simonian e Daniel Lindwasser.
La mente è l'armeno Arsen Avakian (37 anni): in un articolo, apparso sul Wall Street Journal, si sottolinea il fatto di quanto presti particolare attenzione all'ubicazione dei suoi negozi, al punto da passare intere settimane agli angoli delle strade che l'interessano, a notare l'afflusso dei passanti, soprattutto di donne tra i 20 e i 40 anni (suo target principale) e la concentrazione degli abitanti del quartiere (i turisti non lo interessano troppo). Si dice che parli con i venditori ambulanti di falafel, proprietari di bar, e perfino con senzatetto per scoprire i dettagli delle zone che ha individuato come interessanti.

Pubblico femminile
Sono oltre 40 le bevande create da Argo, di cui otto in bottiglia: oltre che nei locali della catena, sono vendute in oltre 10mila negozi americani (per un totale pari al 20% dei 20 milioni di dollari di fatturato totale). Messe a punto dai mixologist di Argo sono naturali al 100% e nutrizionalmente equilibrate. Tutti i prodotti devono essere fatti con «ingredienti veri», come li definisce Avakian. I clienti sono in maggioranza donne, sensibili ai drink salutari e alle scelte ecologiche della catena: solo zucchero di canna naturale, mai dolcificanti artificiali; contenitori al 100% biodegradabili e sconti a chi riutilizza i tazzoni. Argo prepara i suoi tè come concentrati, a Chicago, per poi inviarli ai vari locali, dove possono essere completati velocemente, aggiungendo acqua o latte. Accanto al tè, da Argo si vendono anche 'Special Tea Foods', con ingredienti infusi nel tè, come i Teanie Panini o i Tea Bites e una serie di oggetti per prepararsi a casa le infusioni. Nella sua comunicazione, Argo Tea sottolinea i benefici salutari del tè e ne sostiene l'uso nella ricerca: ha donato grandi quantità di tè bianchi (con alte concentrazioni di antiossidanti) agli ospedali della University of Chicago per la ricerca sul cancro, tanto che alla fine è stata invitata ad aprire un chiosco nell'atrio dell'ospedale.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here