Il caffè visto dal campo

Tendenze e progetti –

Credevamo di saperne tutto. Invece, grazie a Barista & Farmer, abbiamo scoperto come nasce la bevanda che serviamo nei nostri locali. La cronaca del primo reality show dedicato al caffè

Barista & Farmer è la storia di un sogno nato tre anni fa durante il mio primo viaggio nei Paesi di origine del caffè, quando per la prima volta ho avuto la possibilità di ammirare da vicino le piante e i loro frutti: le emozioni erano tantissime, per un barista che si avvicinava per la prima volta all’origine della sua passione. Al rientro, confrontandomi con altri colleghi, ho capito che c’era necessità e voglia di vivere questo sogno. Iniziai a parlare di questo progetto a Rebecca Atienza, proprietaria di una farm in Porto Rico, e trovai subito il suo appoggio per realizzare il mio progetto.

Vita da produttori

Dopo due anni e tanti ostacoli oggi posso dire con orgoglio che Barista & Farmer è una realtà, che ha coinvolto quindici colleghi. Si tratta di un format vicino all’idea di reality show, ideato con l’obiettivo di trasmettere al pubblico quello che c’è dietro una tazzina di caffè.
I baristi selezionati hanno vissuto per otto giorni la vita di un vero produttore di caffè, in una fazenda in Porto Rico, svegliandosi all’alba e provando sulla propria pelle le difficoltà della raccolta. I quindici - Chiara Bergonzi, Serena Bernardini, Pierangelo Chiarelli, Davide Cobelli, Simone Dessi, Iuri Grandini, Carmine Iannone, Elisa Molle, Gionata Pagliaricci, Edoardo Quarta, Paolo Scimone, Angelo Segoni, Giacomo Vannelli, Fabio Verona, Aldo Verrengia - sono stati seguiti 24 ore su 24 da una troupe, che ha raccontato poi al mondo intero, sul canale youtube e sui social del programma, sketches e riflessioni.
La prima edizione di Barista & Farmer si è svolta nella bellissima area di Jayuya Valley, situata a 1.200 metri sul livello del mare e caratterizzata da una biodiversità accentuata e rigogliosa. In quest’area ai nostri baristi è stato assegnato un piccolo lotto dove si coltiva caffè Arabica di varietà Bourbon. Barista & Farmer ha suscitato grande entusiasmo: abbiamo ricevuto centinaia di richieste di adesione dall’Italia e dall’estero.

Un raccolto super

Come prima cosa, Roberto Atienza, la cui famiglia è proprietaria da quattro generazioni della finca Hacienda San Pedro, ha insegnato ai partecipanti come raccogliere la bacca al giusto grado di maturazione, aiutandoli nel fare un’attenta e accurata selezione di qualità, sin dalla pianta. Ogni giorno, sotto la sua guida esperta, i partecipanti hanno processato il caffè raccolto, per il quale si è deciso di attuare il processo definito “semi washed”. Subito dopo la raccolta, la polpa viene eliminata completamente, mentre la mucillagine (parte zuccherina sul pergamino)viene tolta al 50%, lasciando il pergamino a essiccare con il restante 50%. Per i colleghi Barista & Farmer è stato un momento di formazione: ogni pomeriggio hanno seguito master a cura del Dipartimento di Agricoltura di Portorico.
Ma il successo principale è stata la quantità di caffè raccolto e donato alla famiglia Atienza: 1.167 kg. Durante questa indimenticabile esperienza tra le montagne di Jayuya Valley sono emersi l’entusiasmo e la passione dei nostri baristi. E come ogni reality che si rispetti, anche questo ha avuto il suo vincitore, emerso sommando i punti delle vittorie delle varie competizioni interne ai voti del pubblico: è Serena Bernardini di Barga (Lu), che si è guadagnata la partecipazione alla prossima edizione.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here