Gran finale per The Mixing Star Lab

Concorsi –

Provenienti da tutto il mondo, 14 bartender parteciperanno all’esclusivo Mixologist Boot Camp presso le Cantine Florio di Marsala. Tra gli italiani si è affermato Luca Rossi di Genova.

Ideata da Disaronno a cadenza biennale, la formula Global Cocktail Competition The Mixing Star (che ha sollecitato dal 2010 la creazione di oltre 3mila proposte) si è evoluta in The Mixing Star Lab. Così il tema del concorso sul web è stata la reinterpretazione di un mix classico come Disaronno Sour (una parte Disaronno, una parte Disaronno Sour Mix). Nell'iniziativa sono stati coinvolti bartender di 14 nazioni, i cui elaborati sono stati esaminati in forma anonima da giurie composte da un esperto di mixologia, un rappresentante del brand e il finalista nazionale della precedente edizione The Mixing Star 2013.

Per la selezione italiana sono pervenute ben 275 ricette, tra cui molte veramente creative e innovative. A far parte della giuria è stato chiamato Rodolfo Guarnieri del mensile Bargiornale (New Business Media, gruppo Tecniche Nuove). A prevalere di stretta misura è stata la ricetta Kosui, che poi si è scoperto essere stata inviata da Luca Rossi (Muà Lounge Bar & Restaurant, Genova):

Kosui

Ingredienti

4,5 cl Disaronno Originale

2,5 cl succo yuzu (agrume giapponese, incrocio tra mandarino e lime)

1 cl sciroppo di vaniglia

3 gocce Bitters Abbots Bob's

5 gocce albume d'uovo.

Preparazione

Tecnica shake and strain, shakerare senza ghiaccio per amalgamare gli ingredienti con l'albume, raffreddare e servire in coppetta vintage in cristallo, decorare con scorza di limone caramellata con zucchero vanigliato.

Gli altri finalisti nazionali sono: Adrian Guerron (Bruxelles, Belgio), Michael Shum (Vancouver, Canada), David Arrebola Garcia (Tenerife, Canary Island), Christophe Sichnah (Parigi, Francia), Farid Rahimi (Francoforte, Germania), Manolis Lykiardopoulos (Atene, Grecia), Mads Voorhoeve (Amsterdam, Olanda), Evgeny Bobrov (Mosca, Russia), Jonatan Macià Marlés (Barcellona, Spagna), Sean Edward Eden (Stoccolma, Svezia), Adrian Gomes (Ellon Aberdeenshire, Gran Bretagna), Nicole Baker (Reno, Nevada Usa). L'11 giugno infine si conoscerà il nome del finalista australiano.

Insieme alle Mixing Star dell'ultima edizione, a giornalisti di settore e al team Illva Saronno, i 14 vincitori del concorso hanno l'opportunità di partecipare a un esclusivo e innovativo Mixologist Boot Camp che si svolgerà all'inizio di luglio nello scenario unico delle Cantine Florio di Marsala, di proprietà del gruppo Illva Saronno. Tra i docenti d'eccezione, è previsto un intervento del molecular mixologist londinese Tony Conigliaro e della inglese chef, food scientist and flavour expert Rachel Edwards-Stuart.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here