Gli aspetti principali del c.d. lavoro accessorio

Decreto ministeriale 30 settembre 2005

Il decreto ministeriale 30 settembre 2005 ha disciplinato il c.d. "lavoro accessorio" previsto dall'art. 72, comma 1, del D.L.vo n. 276/03.



Vediamo gli aspetti principali del decreto in esame:



a) il valore nominale del buono per le prestazioni di lavoro accessorio è fissato nella misura di 10 euro;



b) il concessionario nella fase di pagamento delle spettanze è autorizzato a trattenere come rimborso spese il 5% del valore nominale del buono;



c) le aree in cui viene avviata la prima fase di sperimentazione delle prestazioni di lavoro accessorio sono Verbania, Milano, Varese, Treviso, Bolzano, Venezia, Lucca, Latina, Bari e Catania;



d) il concessionario del servizio sarà stabilito attraverso una gara espletata da Italia Lavoro spa.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here