Giochi nuovi. Nuovi spazi

Giochi&scommesse –

Inaugurata a Milano la prima casa da gioco Vincendo, regno delle videolottery (e delle newslot). Un format che comprende un bar aperto sette giorni su sette

Se non tutto, i numeri possono dire molto. E i fondamentali della prima sala avviata a Milano da Azzurro Gaming, joint venture creata dal colosso austriaco Casinos Austria International (al 75%) insieme a Cogetech, azienda di primo piano nel panorama italiano del gioco (socia al 25%), possono aiutare a comprendere il valore di questo primo investimento. La nuova sala, realizzata a Milano nelle vicinanze della vecchia Fiera con il nuovo brand “Vincendo”, può infatti contare su mille metri quadri di superficie - divisi in due sale, una delle quali dedicata ai fumatori -, equipaggiati con ben 150 videolottery, le ormai note Vlt, e 30 newslot. La sala principale ospita anche il VCaffè, un elegante bar attrezzato per offrire semplici intermezzi alimentari tra un gioco e l’altro in qualunque momento della giornata; la sala è infatti aperta tutti i giorni con orario continuato dalle 11 di mattina all’una di notte (alle 2 da venerdì a domenica).
Si ripropone così il connubio tra gioco, eleganza e accessibilità con corredo di offerta alimentare che caratterizza questi nuovi format dedicati al gioco e rappresenta un nuovo salto di qualità nell’offerta, sempre più distante da quella proposta da bar e tabaccai e sempre più paragonabile a quella delle case da gioco. Non un caso, vista la chiusura da parte dei Ministeri interessati verso l’introduzione delle Vlt nei pubblici esercizi e la volontà di non aprire nuovi casinò. Queste nuove sale dedicate alle videolottery costituiscono infatti un’autentica piccola casa da gioco, priva di croupier ma più vicina alle abitudini e ai costumi degli utenti moderni, con grandi attenzioni riservate all’estetica e all’offerta complementare al gioco.

Atmosfere da casinò

«L’obiettivo è di creare, attraverso il format Vincendo - spiega Hubertus Thonhauser, amministratore delegato di Azzurro Gaming -, un nuovo concept di sala giochi. L’ambiente punta a richiamare direttamente le atmosfere dei casinò internazionali e offre spazi per proporre ai clienti, oltre al gioco, anche eventi di svago e possibilità di intrattenimento, in un ambiente sano e sicuro. Contiamo di poter attrarre l’interesse non solo della clientela classica, ma anche dei tipici target che frequentano le sale internazionali da gioco». La zona scelta per il primo Vincendo - un luogo di grande passaggio - conferma la volontà di avvicinare tutte le fasce di possibili utenti al mercato del gioco.
Thonhauser sottolinea le iniziative messe in campo da Vincendo sul fronte della tutela dei clienti nei confronti dei rischi da gioco compulsivo: le sale possono contare su personale formato in modo da saper riconoscere i comportamenti a rischio patologico già dai primi sintomi. In questi casi parte una segnalazione al manager di sala, chiamato a valutare le modalità più adatte per intervenire. Non manca, all’interno della sala, materiale informativo sull’argomento. Innovativa infine la presenza e la consulenza di una psicologa specializzata sulle patologie legate al gioco.
«Confidiamo molto nel successo del concept Vincendo - prosegue Thonhauser -. Abbiamo in programma l’apertura di una quindicina di punti vendita nel Nord e Centro Italia, per un investimento complessivo pari a 40 milioni di euro».

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here