Le nuove regole del gioco al bar

Giochi&Scommesse –

Tra nuove macchine e modifiche normative, il 2009 è stato un anno di grandi cambiamenti per i pubblici esercizi. Facciamo il punto della situazione, rispondendo argomento per argomento ai dubbi e alle richieste di chiarimenti che i nostri lettori ci hanno sottoposto

Nel corso del 2009 sono stati diversi gli interventi normativi che hanno interessato il settore dei giochi, una realtà ormai vissuta in maniera partecipativa da un esercito di gestori di bar nel nostro Paese. Nei locali pubblici le “macchinette” sono sempre più diffuse, accanto all'offerta della colazione mattutina o all'antico rituale del caffè. Ma mentre il settore dei giochi pubblici fa registrare anche nel 2009 un bilancio positivo, per i gestori dei bar crescono gli interrogativi su come orientarsi di fronte a un mondo e a un'offerta in continua evoluzione.
In redazione ci sono arrivate decine di domande sul tema. Abbiamo cercato di accorparle per grandi temi e di dare risposte esaurienti, anche agli interrogativi più complessi.
Che ruolo giocheranno i bar nella collocazione delle new slot?

Un ruolo fondamentale. Nei bar si concentra oltre il 60% degli apparecchi da intrattenimento con vincite in denaro (AWP) attualmente in funzione. Un peso che i bar sono destinati a mantenere nel tempo. In prospettiva, infatti, è molto probabile che rafforzino ancora più la loro posizione dominante, soprattutto perché alcuni degli altri luoghi in cui le new slot sono attualmente collocate avranno, con ogni probabilità nei prossimi mesi, una virata verso sistemi come i Video Lottery Terminal (Vlt).

Totem, new slot, Video Lottery Terminal: che cosa sono e come si differenziano?

I cosiddetti totem non sono ancora stati definiti a livello normativo: possiamo comunque pensarli come strumenti che utilizzano un collegamento Internet per offrire gioco attraverso siti online. Le differenze con new slot e Vlt sono sostanziali. In una new slot non si hanno collegamenti in rete di alcun tipo, a parte quello con la rete Sogei di trasmissione dati. Le slot sono macchine “stand alone”, cioè che lavorano da sole e che sono comandate da una scheda elettronica situata al loro interno. I Video Lottery Terminal sono invece sistemi dotati di un terminale finale completamente controllato da un server centrale, da cui si scaricano i giochi; il server, situato nella sede del concessionario, è connesso ai terminali con una linea dedicata in esclusiva. Tanto per essere chiari, il Vlt non ha nulla a che vedere con l'accesso al web né può lavorare autonomamente come nel caso delle new slot, ma lo fa sotto “comando” di un server (da remoto). I giochi fruibili attraverso Vlt sono quelli verificati e certificati dai Monopoli di Stato e possono essere scaricati solo dal server del concessionario.
Chi intende collocare una new slot nel proprio bar necessita di una licenza specifica?
Sì, è la cosiddetta “ex articolo 88 del Tulps” (Testo di pubblica sicurezza), una licenza di Polizia che già abitualmente la maggior parte degli esercizi interessati devono richiedere.

I Video lottery terminal sono già stati introdotti sul mercato?

A partire dal decreto per la ricostruzione in Abruzzo è stato fissato un periodo di sperimentazione di questi sistemi di gioco, iniziato lo scorso ottobre del 2009, generalmente con una durata minima di due mesi. Dopo il collaudo i Vlt potranno essere installati nelle sale indicate dal decreto per le regole tecniche, che è stato inviato per la notifica alla Commissione europea. Sulla base del Decreto Abruzzo il mercato dei Vlt è stato contingentato: saranno 56mila i terminali introdotti sul mercato.
I primi potrebbero essere installati intorno alla seconda metà di febbraio 2010.

I Video lottery terminal potranno essere introdotti nei bar?

Il Decreto Abruzzo li prevede solo in locali dedicati esclusivamente al gioco, cioè nelle sale bingo, nelle agenzie di scommesse e nelle sale giochi. La norma prevede però anche un'altra tipologia di locali (non ancora presente sul nostro territorio), le sale esclusivamente dedicate ai Vlt. Per tutti l'acquisizione dei Vlt è subordinata alla richiesta di una licenza di Polizia prevista dell'ex articolo 88 del testo di pubblica sicurezza. In questo quadro normativo i bar sono stati esclusi. Esiste comunque una procedura particolarmente articolata per quegli esercizi che intendano avere al proprio interno i nuovi apparecchi. I Vlt, infatti, potrebbero trovare collocazione in un qualsiasi locale che rinunci alla propria destinazione d'uso, abbia a disposizione un'area minima di 50 metri quadri e acquisisca l'apposita licenza.

Quanto è vantaggioso, oltre che consigliabile, prendere un totem nel proprio esercizio?

Al gestore del bar si consiglia di non prendere in gestione un totem, perché non è ancora regolamentato. In una normativa che non ha mai trovato applicazione il totem era consentito solo per la raccolta delle scommesse. Qualsiasi altro gioco effettuato con questi apparecchi, di conseguenza, potrebbe far sì che l'esercizio pubblico si trovi in una posizione irregolare.
Come funziona il sistema del prelievo erariale unico sulle new slot?

Nel 2009 ha trovato piena applicazione il cosiddetto prelievo erariale unico (Preu) a “scaglioni”, meccanismo introdotto per raggiungere due obiettivi: in primo luogo stimolare una maggiore attenzione nella raccolta del gioco da parte degli operatori; in secondo luogo orientare ancora di più il mercato verso l'emersione del gioco illecito, attraverso una riduzione d'imposta sui grandi volumi.
La riforma del Preu ha raggiunto un risultato da non sottovalutare: verosimilmente il 2009 vedrà una crescita della raccolta sugli apparecchi intrattenimento tra il 16 e il 18%. Un risultato notevole se si pensa che il segmento, ancora giovane, ha avuto enormi tassi di crescita negli anni passati con percentuali difficili da mantenere in futuro.

In futuro potrebbe ancora cambiare il meccanismo del prelievo?

In tempi brevi, cioè nel 2010, non dovrebbe cambiare nulla, almeno in linea teorica. L'introduzione sul mercato dei Vlt, che porterà nuovi scenari, indurrà però senz'altro a un momento di riflessione, che dovrebbe comportare ulteriori cambiamenti sul meccanismo del Preu, per il momento difficili da prefigurare.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome