Lavoro: l’assunzione del cittadino straniero

La Corte Suprema di Cassazione con la sentenza n. 37409 dell’11 novembre 2006 conferma che sono assumibili solo stranieri con regolare permesso di soggiorno pena la condanna per violazione dell’art. 22 co. 12 d.l.vo 286/98.

Vi è dunque responsabilità penale per il gestore del bar che abbia assunto alle proprie dipendenze un cittadino extracomunitario privo di permesso di soggiorno, tenuto conto che anche un’assunzione in prova costituisce l’instaurazione di un rapporto di lavoro.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome