La Regione Lazio disciplina i pubblici esercizi con una nuova legge

Legge pubblicata sul Burl n. 34 del 9.12.2006

La Regione Lazio ha provveduto ad approvare la legge sui pubblici esercizio, il cui testo, in vigore dal 10 dicembre, è stato pubblicato nel S. O. n. 10 al BURL n. 34, del 9 dicembre.



Ecco alcuni degli aspetti importanti del provvedimento:

- mera dichiarazione di inizio attività per l'apertura di un'attività di somministrazione di alimenti e bevande all'interno di una media o grande struttura di vendita (solo il Comune di Roma potrà derogare a tale regola, ma esclusivamente per le medie strutture);

- divieto per il servizio di somministrazione effettuato al tavolo, applicare costi aggiuntivi per il coperto, pena l'applicazione di una sanzione pecuniaria da euro 154 ad euro 1032;

- soppressione del Registro degli Esercenti il Commercio per la somministrazione, conservando però il riferimento al possesso di requisiti professionali, fra cui anche l'attestazione di frequenza con esito positivo di "percorsi integrati assistiti", in convenzione con i Centri di Assistenza Tecnica delle associazioni del commercio maggiormente rappresentative a livello regionale;

- introduzione della "tipologia unica" di esercizio: dalla data di entrata in vigore, le autorizzazioni di cui all'art. 5 della legge n. 287/91 attivate in un unico locale si considerano un unico titolo autorizzatorio e dunque non possono essere trasferite o cedute separatamente.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here