Acquisti on-line all’interno della UE e extra UE

Un importante aspetto da considerare quando si fanno acquisti via internet è la provenienza delle merce acquistata, ossia il Paese da cui la merce viene spedita.

In particolare, la differenza fondamentale è tra Unione Europea, da un lato, e resto del mondo, dall’altro.

Acquistare all’interno dell’UE presenta, infatti, oltre alla valuta comune (euro), alcuni ulteriori vantaggi, tra cui va ricordato quello di poter contare su una legislazione in molti aspetti uniforme, dal momento che le direttive comunitarie in materia di acquisti a distanza sono state fatte proprie da ogni singolo Stato membro.

Un secondo vantaggio è costituito poi dall’assenza di dazi doganali.

Questi ultimi caratterizzano invece gli acquisti extra UE, ed in alcuni casi possono incidere anche in maniera molto pesante sul prezzo finale di acquisto dei beni.

Di fatto, poi, per molti prodotti elettronici ed informatici possono esserci standard diversi che possono rendere inutilizzabile in Italia il prodotto acquistato (ad esempio, negli Stati Uniti gli apparecchi elettrici sono alimentati in maniera diversa che in Europa).

In conclusione, si può andare piuttosto tranquilli con gli acquisti da siti di aziende che hanno la sede in Paesi membri dell’UE.

Nel caso dei Paesi extra UE, invece, occorre valutare caso per caso e soprattutto ricordarsi che la prudenza non è mai troppa.


CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome