Creare atmosfere con le tessere

Ambienti –

Si chiama Mosaico Digitale la tecnica messa a punto dall’azienda Pepe&Con che permette di riprodurre qualunque immagine in ogni dimensione. Il risultato sono pareti, pavimenti o soffitti di grande impatto scenico. Facili da applicare e con costi contenuti

Pareti, soffitti o pavimenti trasformati in gigantesche scenografie per catturare gli sguardi e rendere un ambiente inconfondibile: è l'effetto reso possibile da Mosaico Digitale, tecnica messa a punto dall'azienda pugliese Pepe&Con (dalle iniziali dei fondatori, Salvatore Pepe e Mario Coniglio). «Si tratta di un'evoluzione tecnologica del mosaico tradizionale - spiega Salvatore Pepe -, che permette di decorare qualunque tipo di superficie, sia interna sia esterna, applicando una qualsiasi immagine nelle dimensioni desiderate. L'unico limite è quello della fantasia». Il procedimento parte dall'acquisizione dell'immagine da realizzare, che un software apposito scompone nel numero di tessere necessarie per creare la superficie voluta. Quindi l'immagine viene scomposta e pigmentata all'interno di ogni tessera. «Le tessere - spiega Pepe - possono essere di qualsiasi dimensione, a partire da 2x2 cm, e possono anche essere irregolari. Possono essere rese più rigide o più morbide e arricchite con elementi esterni come Swarovski, chicchi di caffè o qualunque altro materiale».

Veloci e facili da posare

Al vantaggio dell'estrema personalizzazione, Mosaico Digitale aggiunge quello della facilità di posa: «Il procedimento - spiega Pepe - è identico a quello della posa delle piastrelle. Noi forniamo la superficie richiesta con l'immagine scomposta in tessere che misurano 25x25 cm, accompagnate da uno schema di montaggio. Per l'applicazione si usano i collanti classici per edilizia. Il fatto che non occorrano opere murarie fa sì che una parete possa essere applicata in una giornata di lavoro. E la leggerezza del materiale - appena 1,2 kg per metro quadrato - ne consente l'applicazione anche su controsoffittatura in cartongesso». I costi sono tutt'altro che proibitivi: 100 euro al metro quadrato per parati con tessere tutte uguali, 150 euro per tessere di forme irregolari. «Di norma - afferma Pepe - consegniamo entro 10 giorni dall'ordine». A conti fatti, presa la decisione di investire e scelta l'immagine, in due settimane si può dare al locale un look nuovo.

Pareti sonore e radianti

A partire da Mosaico Digitale, Pepe&Con ha di recente messo a punto due nuove applicazioni: Mosaico Sonoro e Mosaico Radiante. «Il primo - spiega Pepe - risponde alla necessità di occultare con un'immagine elegante diffusori sonori e casse stereo. All'ultimo Made Expo abbiamo realizzato con Campari l'opera sonora “L'ora del Campari”: una parete con una vecchia immagine di Depero che riproduceva la celebre musica di Fernando Crivel».
Mosaico Radiante invece permette di nascondere il termoarredo con un pannello in resina che riscalda l'ambiente attraverso il principio dell'irradiamento. «Il prossimo passo - anticipa Pepe - sarà la realizzazione di superfici modulari con un mosaico a tre dimensioni».

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here