Costadoro apre una branch nel Regno Unito e punta al mercato della third wave

Costadoro va alla conquista del Regno Unito. La casa torinese, specializzata nella produzione di caffè per il mondo dei locali, ha aperto una branch in Gran Bretagna. L’operazione è partita con l’acquisizione di una piccola torrefazione locale, situata a Rochester, a circa 40 km da Londra, ora divenuta la sede di Costadoro UK Ltd.

Un passaggio importante nel processo di consolidamento dell’azienda sui principali mercati esteri, dove già vende oltre il 40% delle sue 150 milioni di tazzine servite ogni anno, e che la vedono presente in più di 30 paesi in tutto il mondo. Un percorso che ha visto negli ultimi anni anche l’apertura di altre realtà operative estere come la Costadoro Monaco nel Principato di Monaco e la Costadoro Barcelona in Spagna.

Con la nuova operazione la torrefazione ha posto le basi per lo sviluppo su una piazza importante come quella londinese, all’avanguardia sia per quanto riguarda il caffè di qualità sia, soprattutto, per il mercato della third wave, collegato ai nuovi metodi di estrazione. Comparti che l’azienda presidierà con le sue specialità, quali, per quanto riguarda l’espresso, Costadoro Cofee Lab, una miscela 100% arabica, dolce e delicata al palato e ricca di aromi, Costadoro Arabica, dall’aroma intenso, che sa di spezie con sfumature di frutta secca e cioccolato, Costadoro Espresso, composta da 90% di caffè di qualità arabica e 10% di una pregiata robusta che si caratterizza per il profumo intenso e l’aroma equilibrato, caratterizzato da un intenso profumo di cioccolato e spezie, e Costadoro Easy Coffee, una miscela corposa e aromatica, che sprigiona un intenso profumo di cioccolato e spezie e formata da 70% di qualità arabica centroamericane e al 30% di qualità robusta.

Mentre per i metodi alternativi all’espresso, quali chemex, cold brew, syphon, aeropress, french press, la torrefazione propone i caffè in polvere già appositamente macinati Costadoro Caffè Filtro (in latte da 250 g), oppure le stesse miscele dell’espresso in grani, da macinare a secondo dell’esigenza. Senza dimenticare per tutti i sistemi di estrazione la gamma di caffè speciali monorigini, Single Cofee, come il Puerto Rico, caffè arabica di varietà Bourbon Typica e Caturra coltivati a 1000 metri di altezza, il Jamaica Bue Mountain di Arabica di varietà Typica coltivata a quasi 2000 metri di altezza, l’Etiopia,  sempre di varietà Tiyica ma coltivata sugli altipiani africani a 1500 metri, l’Honduras, composto da Arabica di varietà Ichafe 90, Caturra, Pacas e Catuaì, il Guatemala, con arabica coltivata nella regione di Pacaya, e il Brasile, con Arabica di varietà Gold proveniente dall’area di Minas Gerai.

La trattativa per l’acquisizione è stata portata avanti dai due amministratori di Costadoro, Giulio Trombetta e Stefano Abbo, con il supporto di Michele Manzin, responsabile dell’azienda per la Gran Bretagna ed è stata conclusa in circa sei mesi.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here