Cosa c’è dentro: Yoga Optimum Mela Golden Delicious

Torniamo a parlare di succhi di frutta e lo facciamo con una novità del mercato, Yoga Optimum 100% Mela Golden Delicious. «Diciamo innanzitutto - esordisce il nostro esperto Michele Di Carlo - che siamo di fronte a un succo ottenuto non da concentrati filtrati, ma dalla “spremitura” 100% della frutta. Un processo di lavorazione adottato anche da altri produttori italiani di succhi di frutta, specialmente dell’Alto Adige, che lascia inalterato il sapore della materia prima, in questo caso le mele della varietà Golden Delicious». Ma passiamo all’analisi. «Al livello visivo - annota Di Carlo - il colore è giallognolo e torbido, il profumo è spiccato di mela, di frutta matura e succosa e il gusto è decisamente armonico, gradevole, di mela. Non si avverte in alcun modo zuccherinità in eccesso e la bevanda, una volta consumata, lascia il palato piacevolmente pulito e con gusto persistente di mela. In prima battuta ho assaggiato il succo a una temperatura ambiente, al fine di coglierne al meglio pregi e difetti, visto che il freddo riduce alcune percezioni delle papille gustative. L’ho poi raffreddato e nell’assaggio a una temperatura più bassa il gusto diventa ancora più gradevole e pulito tanto che la sensazione di aver addentato un vero frutto diventa ancora più netta e prolungata».

Temperatura di servizio

Un prodotto, dunque, che mantiene quello che promette. «Esatto - risponde Di Carlo - parliamo di un succo ben bilanciato e armonico. E aggiungo che se l’obiettivo dell’azienda era quello di portare al consumatore un succo che fosse in grado di eguagliare la bontà e la naturalezza di un centrifugato di frutta fresca, ebbene direi che l’obiettivo è stato centrato in pieno». Qualche consiglio di servizio? «Consiglierei - conclude il nostro “gustosofo” - di servirlo al bar ad una temperatura tra i 6 e i 10° C per far cogliere appieno le sue virtù a livello di sapore e, inoltre, ritengo che possa essere anche un ingrediente strategico per caratterizzare alcuni cocktail come, ad esempio, una variazione dell’Apple Martini. Grazie alla sua naturalezza è altresì perfetto per preparare dolci liquidi tipo strudel, miscelando insieme al succo di mela dello yogurt alla vaniglia e alcune gocce di un buon distillato come una grappa o un’acquavite d’uva».

 

 

Il prodotto

Non da concentrato Yoga Optimum 100% Mela Golden Delicious è un succo di mela non da concentrato. La dicitura “non da concentrato” appare anche ben evidenziata in primo piano sull’etichetta della bottiglietta da 200 ml in quanto rappresenta un valore da mettere bene in mostra. Il prodotto, infatti, nasce dalla sola pressatura di mele Golden Delicious italiane.
Ingredienti Succo di mela e acido ascorbico (antiossidante). Questi gli ingredienti di Yoga Optimum 100% Mela Golden Delicious. La capacità antiossidante dell’acido ascorbico è utilizzata da sempre in cucina. Per esempio per insaporire la frutta tagliata a pezzi e impedire che assuma un colore scuro si usa aggiungere del succo di limone che contiene molto acido ascorbico.
Proprietà La mela è considerata da sempre un farmaco della natura e sono ben note le sue proprietà benefiche e nutrizionali. Proprietà che il processo di pressatura è in grado di mantenere intatte e che possiamo sintetizzare in leggerezza, digeribilità e in un potente mix di vitamine e di sali minerali. Da non dimenticare che il succo di mela è anche un ottimo depurativo e antistress.

 

Michele Di Carlo

Consulente, formatore, organizzatore di corsi e master, bon vivant e soprattutto gustosofo. La sua cultura in fatto di bevande e cibi è sconfinata. Collaboratore di Slow Food e dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. È presidente del Classic Cocktail Club.

Il metodo di degustazione
L’assaggio di Yoga Optimum 100% Mela Golden Delicious (Conserve Italia) è stato effettuato lo scorso 13 febbraio presso Bar Principe di Pordenone. Il distillato è stato assaggiato in prima battuta a una temperatura ambiente di circa 20° C. Questa modalità di degustazione permette di cogliere al meglio pregi e difetti del prodotto da testare, poiché il freddo ha l’effetto di ridurre la capacità percettiva delle nostre papille gustative che sono gli “strumenti” naturali utilizzati dal nostro organismo per valutare i sapori universali in primis e, con l’aiuto della parte retro-olfattiva, determinare il gusto. La tecnica utilizzata è la seguente: un cucchiaio da tè di volume di prodotto tenuto in bocca per circa 10 secondi.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here