Come resistere dietro al banco

Salute –

Qualche consiglio utile ai barman, per evitare problemi alla schiena e alla circolazione

Stare in piedi tutto il giorno dietro al bancone del bar non è un toccasana né per la schiena né per la circolazione. Dolori alla zona lombare, gonfiori alle gambe e mal di piedi sono il minimo che ci si può aspettare se non si prendono precauzioni. A lungo andare si potrebbero avere problemi di postura scorretta, con inarcamento delle spalle e spostamento in avanti del bacino.
Inoltre, l'appoggio costante del peso sui piedi può portare all'appiattimento della pianta (il piede piatto). È quindi importante sgranchire e distendere i muscoli del corpo, che lo sforzo richiesto dalla posizione eretta mantiene contratti più di un'attività fisica come la camminata. I muscoli di chi sta tanto in piedi, infatti, lavorano in modo statico e si affaticano velocemente se non gli diamo l'occasione di rilassarsi. Anche articolazioni, legamenti e vertebre sono sottoposti a un carico importante. Per limitare, o meglio ancora prevenire, i problemi bisogna adottare alcuni accorgimenti che aiutano a sciogliere i muscoli, riattivare la circolazione e dare sollievo alle articolazioni. La parola d'ordine è movimento. Alcuni esercizi possono essere svolti lavorando.

I movimenti sciogli-muscoli
Ad esempio, spostare spesso il peso da un piede all'altro, in modo da garantire una corretta circolazione del sangue nelle gambe e nei piedi. O ancora, utilizzare uno sgabello di sostegno per rilassare le gambe di tanto in tanto. Se più persone si alternano dietro il banco, meglio uno sgabello regolabile (nella foto, uno sgabello Stokke) che possa essere adattato all'altezza di ognuno.
Anche l'abbigliamento ha la sua importanza e dovrebbe essere scelto prima di tutto in base alla comodità. Per non aggiungere un elemento di costrizione a una posizione di per sé impegnativa, è importante indossare scarpe e indumenti comodi e tenere a disposizione anche un paio di calzature di ricambio. Nei momenti in cui il lavoro è meno frenetico, è necessario sgranchirsi le gambe, passeggiando avanti e indietro, oppure sedersi, tanto per cambiare la posizione del corpo. Bastano interruzioni brevi, anche solo di uno o due minuti, purché frequenti, per ottenere un certo sollievo.

Qualche esercizio specifico
Rilassare la schiena: l'ideale è stare qualche minuto sdraiati con le gambe sollevate; aiuta anche a far defluire il sangue da gambe e piedi.
Sgonfiare le gambe: per migliorare la circolazione periferica e alleviare i gonfiori agli arti inferiori è ottimo pedalare con le gambe stando stesi sulla schiena.
Allungare la schiena: sedersi su una sedia con le gambe divaricate; espirare piegando il busto il più possibile in avanti, cercando di toccare terra con le punte delle dita; e poi, inspirando, tornare lentamente alla posizione di partenza.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here