Come personalizzare l’offerta food

Bar University –

Utilizzando in maniera intelligente i molteplici semilavorati messi a disposizione dall’industria (spesso poco conosciuti), è possibile creare – con costi contenuti – un menu in grado di differenziare il vostro locale

Differenziarsi, per qualunque tipo di locale, è un’esigenza primaria, vista la concorrenza sempre più agguerrita da fronteggiare. Farlo senza eccessiva fatica e, soprattutto, senza spendere troppo non è semplice. Ma qualche buon trucco c’è, come racconta Oscar Cavallera negli ultimi corsi di Bar University: «Uno dei modi più semplici e più efficaci per differenziarsi - spiega il direttore della scuola di formazione di Bargiornale - è quello di mettere a punto un’offerta food personalizzata. Un modo per farlo a costi davvero contenuti è quello di utilizzare con intelligenza e fantasia i molti semilavorati e preparati messi a disposizione dall’industria». Una strada che i gelatieri, per esempio, hanno intrapreso da tempo, usando topping e granelle per arricchire e personalizzare i propri gelati. «Ma anche qui si può fare di meglio - spiega Cavallera -. Per esempio si potrebbe, in stagione, proporre il gusto pesca con l’amaretto piemontese: un modo per differenziarsi rifacendosi alla tradizione».

Tartellette e minipanini

Due prodotti capaci di offrire ampie possibilità di personalizzazione sono le basi per crostatine (dolci e salate) e i minipanini surgelati: «Le prime permettono di fare tartellette di qualunque tipo, capaci di coprire tutti i momenti di consumo: a colazione si possono farcire con le marmellate di stagione, a merenda con la Nutella (per i bambini), a pranzo con mozzarella e pomodoro. I minipanini permettono, invece, di offrire assaggi diversi, creando così un’esperienza di consumo».
Saper stupire è una delle chiavi per conquistare il cliente: «Si può fare anche con poco - spiega Cavallera -. Per esempio servendo le insalate all’interno dei cestini di sfoglia, che si acquistano pronti, e magari guarnendole con la frutta disidratata. Oppure realizzando dei semplici tris (vedi foto in alto) utilizzando minipanini ai diversi sapori».

L'industria? Un buon aiuto

Nei cataloghi messi a punto dalle industrie fornitrici di prodotti alimentari sono spesso presenti una serie di semilavorati perfetti per consentire ai locali di creare una propria offerta distintiva a costi davvero contenuti. Gli esempi non mancano: dalle tartellette dolci e salate da farcire a piacere, ai minipanini surgelati disponibili in diverse ricette (al sesamo, ai semi di coriandolo ecc.), ai più classici toppinge granelle utilizzate per
la decorazione dei dolci o dei gelati.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here