Come funziona il punto cassa web-based IPratico

Dai vecchi registratori di cassa ai moderni sistemi gestionali sembra passato un secolo, ma si tratta, in realtà, di pochi anni. I dispositivi statici che una volta servivano solo a battere lo scontrino oggi, grazie all’utilizzo della rete e a connessioni Internet ad alta velocità, sono diventati qualcosa di completamente diverso, collegati non soltanto al sistema di gestione contabile dell’attività, residente su un computer o sul Cloud (per utilizzarlo dovunque ci si trovi), ma anche alla banca, per ricevere pagamenti immediati ed erogare servizi tramite i sistemi Pos. Lo sviluppo di connessioni wireless sempre più efficienti consente poi di collegare il punto cassa a periferiche, come stampanti o palmari in dotazione ai camerieri. Le stampanti, in particolare, sono utili per trasferire ai centri di produzione, come il banco del bartender o la cucina, le comande già suddivise per tavolo, in maniera tale da organizzare più velocemente il flusso del lavoro. La connessione con la cassa centrale dei sistemi per prendere la comanda consente di impostare automaticamente e senza errore il conto e abbreviare i tempi di attesa al momento del pagamento.
A questa evoluzione del punto cassa, che da elemento periferico della gestione del locale ha assunto invece un ruolo centrale, si è aggiunta di recente l’introduzione del tablet. Le caratteristiche di questo oggetto sono essenzialmente due: è leggero e portatile e ha una memoria limitata, che impone l’utilizzo di soluzioni “web based”, cioè residenti su Internet o sul Cloud. Tuttavia, se questo poteva essere un limite in passato, le ultime generazioni di tablet più potenti e l’affinamento dei servizi di rete, compresa la protezione dei dati, rendono ora l’utilizzo di questi strumenti immediato ed efficace. Il tablet, usato come terminale del punto cassa per il conto, può anche essere staccato dal suo sostegno e utilizzato per prendere le comande, soprattutto nei bar piccoli. Trasmettendo al cliente un’idea positiva di locale di high tech.

 

Qual è il Pos che fa per te?
All’ultima edizione del Sigep, iPratico, uno dei più diffusi gestionali per locali e ristoranti, ha presentato una soluzione (illustrata nella foto) che integra l’iPad o l’iPad Pro di Apple nel terminale di cassa. Si tratta di una base dal design essenziale, all’interno della quale si inserisce l’iPad, realizzata nei tre colori dei prodotti Apple: bianco, nero e oro. La base protegge il tablet e mantiene tutte le funzionalità touch. Può essere integrata con un piccolo schermo per il cliente.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here